I tagli alla sanità provocano la mancanza di farmaci salvavita all’ospedale di Chieti

I tagli alla sanità provocano la mancanza di farmaci salvavita all’ospedale di Chieti

- in Italia
502
0

A Chieti, presso l’ospedale Santissima Annunziata, mancano i farmaci salvavita per diabetici e malati gravi. Una situazione che si ripete ormai da anni, senza nessun tentativo di sanarla.

Una notizia preoccupante per quanto riguarda la sanità pubblica arriva da Chieti, dove l’azienda farmaceutica dell’ospedale cittadino, il Santissima Annunziata, dallo scorso mese di settembre non riesce a “garantire” ai malati affetti da malattie cardiovascolari o da tumori, ed ai diabetici, i necessari farmaci “salvavita”. Purtroppo quanto sta succedendo non rappresenta una novità per l’ospedale di Chieti, in quanto sono diversi anni che il budget a disposizione dell’azienda, ed erogato dalla Regione, si esaurisce a settembre, costringendo l’organizzazione ad andare avanti “a tentoni” fino alla fine dell’anno, in attesa delle nuove risorse che arrivano il 1° gennaio successivo.

Diego Ferrara, medico di base, oltre che consigliere comunale che fa parte del gruppo politico “Chieti per Chieti”, cerca di illustrare la situazione confermando che sono molti i pazienti che si trovano di fronte a questo problema e non sanno come fare a risolverlo. La situazione, secondo Ferrara, ha raggiunto ormai l’apice della sua gravità, e quello che più preoccupa è la puntualità con la quale, ogni anno a settembre, la situazione si ripresenta, senza che ci sia alcun intervento in favore dei malati. Dopo i tagli che hanno interessato tutto il Sistema Sanitario Nazionale, il budget messo a disposizione dalla Regione non è più sufficiente per coprire l’intero arco dei 12 mesi, e molte, nel corso del tempo, sono state le segnalazioni da parte dell’Azienda Ospedaliera.

L’emergenza farmaci, prosegue nella sua illustrazione Diego Ferrara, viene inoltre resa ancora maggiore dal fatto che la “platea” degli utenti cresce di continuo, e che le farmacie esterne all’Azienda Ospedaliera non riescono a rispondere positivamente alle richieste di medicinali.

Secondo l’opinione di Ferrara, la scelta politica che sta alla base dei tagli “strutturali” per quanto riguarda la sanità è chiara, ma non è pensabile che il peso di questa scelta debba ricadere sulle spalle delle persone affette da queste patologie gravi. Il dottor Ferrara ha inoltre ricordato che la somministrazione dei farmaci “salvavita” è fatta su base giornaliera e dunque ogni ritardo, anche piccolo, rischia di compromettere la salute dei pazienti in una situazione che già alla base si presenta come drammatica.

Un altro problema che affligge l’ospedale di Chieti è rappresentato dalle barelle che costantemente si vedono nei corridoi del Policlinico. L’ultima segnalazione di questo tipo è arrivata da parte dell’11esimo livello di “Clinica medica”, dove alcuni giorni fa almeno 9 pazienti si trovavano distesi su altrettante barelle nei corridoi. Negli scorsi mesi, in piena estate, la situazione complessiva era ancora più grave e, sempre all’11esimo livello, i pazienti su barelle in corridoio erano 14. Un trattamento indegno, specialmente nei confronti di pazienti anziani. Il Presidente del “Tribunale per i diritti del malato”, Mauro Massi, lo aveva già segnalato nello scorso mese di luglio ad un quotidiano locale, parlando di pazienti moribondi che erano stati “abbandonati” nei corridori su barelle di fortuna, in alcuni casi con pannoloni in piena vista e con cateteri penzolanti. Massi aveva aggiunto che la sua organizzazione è stanca di continuare a denunciare le stesse problematiche ormai da tempo, senza che nessuno abbia preso dei provvedimenti. Come asserisce lo stesso Massi, nonostante i vertici dell’Asl riescano sempre a restare impuniti, non c’è sicuramente resa da parte dell’organizzazione, che è intenzionata ad andare avanti con la denuncia dei molti disservizi che si verificano all’interno dell’ospedale, senza lasciarsi intimorire da nessuno.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che