I reali problemi che il governo dovrebbe affrontare (e risolvere)

I reali problemi che il governo dovrebbe affrontare (e risolvere)

- in Italia
568
0

Ecco quali sono i problemi reali del Paese che il nuovo governo dovrebbe affrontare e risolvere, ma che invece ignorerà come hanno fatto quelli precedenti

Fra destra e sinistra pare non esserci più alcuna differenza, quando si ritrovano al governo entrambe le parti si dimenticano dei problemi dell’Italia che pure vengono denunciati durante le rispettive campagne elettorali, salvo poi evitare di affrontarli una volta vinte le elezioni. Nel corso dei decenni questi problemi si sono ingigantiti e nessun tentativo è stato fatto da parte dei governi che si sono succeduti per tentare di risolverli.

Al primo posto c’è senza dubbio l’evasione fiscale, che ha assunto dimensioni gigantesche tanto da rappresentare quasi la metà dell’evasione fiscale dell’intera Unione Europea. Questo determina una pressione fiscale notevole nei confronti dei contribuenti che pagano regolarmente le tasse, affliggendo lavoratori ed imprese (così si spiega il gran numero di aziende costrette a chiudere nell’ultimo decennio) e riducendo la competitività di queste ultime, che non possono investire nello sviluppo poiché costrette a far fronte alle imposte eccessive.

Nessun governo negli ultimi trent’anni ha brillato per investimenti pubblici: in genere insufficienti oppure poco lungimiranti; in Europa l’Italia occupa gli ultimi posti per quel che riguarda gli investimenti, i quali vengono prevalentemente concentrati nella realizzazione di opere pubbliche che restano spesso incompiute. I pochi soldi investiti, quindi, vengono investiti male: la beffa oltre al danno. Fra i settori che meno hanno beneficiato di tali investimenti troviamo la formazione, l’istruzione e la cultura, che pure rappresentano ambiti strategici in termini di sviluppo economico.

La scarsa fiducia nei giovani è forse il più grave tra i problemi del Paese, poiché preclude il futuro a centinaia di migliaia di ragazzi. Un dato aiuta a capire come stanno le cose: l’Italia è la nazione con la più alta percentuale di emigrazione giovanile fra i Paesi ricchi, ovvero quelli che dovrebbero garantire prospettive adeguate alle aspettative dei propri giovani. Che, emigrando, fanno la fortuna di altre nazioni, e gli esempi in tal senso non mancano. Se non si inizia a ragionare e intervenire da subito su tali problemi, l’Italia è destinata al declino: negli anni Ottanta era la quinta potenza al mondo, ora rischia di finire ai margini dell’Europa, dissipando un potenziale che pure è notevole.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Impara ad elaborare le tue emozioni con gli esercizi giusti

L’espressività di una persona si manifesta non solo