I precari che perdono il lavoro nel 2017 non avranno diritto alla disoccupazione

I precari che perdono il lavoro nel 2017 non avranno diritto alla disoccupazione

- in Italia
736
0
Fonte immagine: https://www.investireoggi.it/fisco/dis-coll-cococo-e-cocopro-presentazione-solo-telematica/Fonte immagine: https://www.investireoggi.it/fisco/dis-coll-cococo-e-cocopro-presentazione-solo-telematica/

L’Inps ha comunicato che i precari che perderanno il lavoro nel 2017 non avranno diritto alla Dis Coll, la disoccupazione per i contratti di collaborazione

Niente disoccupazione indennizzata per i precari che dovessero perdere il lavoro nel corso del 2017: è quanto ha confermato l’Inps, comunicando che quella che viene definita Dis Coll, ovvero indennità di disoccupazione per i lavoratori con un contratto di collaborazione, non sarà attiva quest’anno. Gli oltre 300 mila lavoratori assunti come collaboratori, dunque, in caso di perdita del lavoro non potranno fare affidamento su nessun salvagente.

Introdotta nel 2015, la Dis Coll ha avuto vita molto breve e nel giro di soli due anni è stata cancellata. A partire dal 1 gennaio di quest’anno, infatti, i lavoratori con contratto di collaborazione non possono più presentare all’Inps la domanda di indennità nel caso dovessero perdere il lavoro, restando così senza reddito dal giorno immediatamente successivo alla perdita dell’occupazione. dis-coll-inps-2015-498x342

Tuttavia, chi ha perduto il lavoro nel 2016 potrà ancora presentare domanda dato che la Dis Coll è rimasta in vigore fino al 31 dicembre del 2016. Per tutti gli altri una vera e propria doccia fredda e una precarizzazione ancora più marcata della loro condizione lavorativa, priva di alcun supporto in caso di disoccupazione. La Dis Coll non è stata rinnovata per il 2017 a causa della mancanza di adeguate coperture finanziarie, come stabilito dalla Legge di bilancio approvata in fretta e furia alla fine del 2016 dal governo dimissionario di Renzi, alle prese con la batosta del referendum.

Nel 2015 e nel 2016 la Dis Coll si era rivelata uno strumento molto utile per i precari che si ritrovavano senza un’occupazione, poiché garantiva per 6 mesi il 75% dell’ultimo stipendio ricevuto, fungendo così da “cuscinetto” in attesa di trovare un nuovo impiego. La sua abolizione è una notizia pessima per gli oltre 50 mila lavoratori, secondo le statistiche, che hanno perso il lavoro a gennaio 2017, la maggior parte dei quali giovani che dovranno tirare al massimo la cinghia mentre saranno impegnati nella ricerca di una nuova occupazione.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha