I molteplici usi domestici dell’acqua ossigenata

I molteplici usi domestici dell’acqua ossigenata

- in Lifestyle
753
0

Se tutto ciò che vi viene in mente pensando all’acqua ossigenata sono gli anni ’90 e chiome di un innaturale colore dorato sappiate che esistono molti altri usi (intelligenti) di questo prodotto!

Il perossido d’idrogeno, più noto come acqua ossigenata, è un agente germicida capace di eliminare gli agenti patogeni tramite reazione di ossidazione. Viene considerata il disinfettante più sicuro ed efficace al mondo. Vediamone tutti i possibili usi in casa.

Bucato perfetto
Una tazza di acqua ossigenata aggiunta al cestello della lavatrice sbianca il bucato ingrigito. È inoltre efficace contro le macchie di sangue: basta versarla sulla macchia, lasciare agire per circa un minuto e poi strofinare e risciacquare in acqua fredda.

Uso interno
L’acqua ossigenata può pulire in maniera delicata l’interno dell’orecchio, poiché scioglie gli accumuli di cerume. Non tutti sanno però che è molto utile anche per i clisteri: una tazzina da caffè di acqua ossigenata nella sacca dell’enteroclisma insieme a 2 litri d’acqua possono fare davvero la differenza per la salute del colon.

Ferite, infezioni e funghi
Essendo un potente battericida, il perossido d’ossigeno è molto efficace in caso di tagli o infezioni. Immergere la parte lesa nell’acqua ossigenata al 3% per 5-10 minuti aiuta a disinfettarla e a farla guarire più rapidamente. Ciò vale anche in caso di micosi, herpes, punture ed eczemi.

Contro il raffreddore
Poche gocce di acqua ossigenata nel naso eliminano la fastidiosa sensazione di “naso chiuso” nei casi di raffreddore, influenza o sinusite. Il prodotto va sempre diluito con acqua ed introdotto nel naso con l’ausilio di un contagocce.

Unghie perfette
Immergendo le unghie in una soluzione di sapone, acqua e perossido di idrogeno (3%) e lasciando agire il tutto per 10 minuti si otterranno unghie più bianche e senza quell’antiestetico alone giallastro dovuto allo smalto.

Igiene orale
L’acqua ossigenata (3%) può essere impiegata anche come collutorio, a patto di non ingerirla: un tappino di prodotto non solo sbianca i denti ma cura efficacemente le afte. Qualche goccia combinata con un cucchiaino di bicarbonato di sodio forma una pasta abrasiva molto efficace come dentifricio sbiancante. Meglio però non abusarne.

Schiarente per capelli
Questo è forse il suo uso più conosciuto: come fare però per evitare il “biondo artefatto” ed avere un effetto più naturale? Il segreto sta nella giusta proporzione di acqua e perossido di idrogeno, che sarà 50:50, 60:40 in caso di capelli più fini e delicati. Questa soluzione va spruzzata sui capelli e lasciata agire per mezz’ora, dopodiché si procede al normale lavaggio. In tal modo la chioma risulterà più luminosa, come schiarita dal sole.

Disinfettante casalingo
L’acqua ossigenata può essere anche un’alleata nelle pulizie domestiche: aggiunta alla spugnetta o spruzzata direttamente su superfici quali piani da lavoro, tavoli e mobili, ma anche su specchi e vetri, garantirà pulizia ed igiene senza aloni. Può inoltre essere impiegata per pulire efficacemente i ripiani del frigorifero e della lavastoviglie, liberandoli dai cattivi odori, e al posto della candeggina per disinfettare i sanitari. Va sempre diluita con acqua, però, di modo che le proporzioni siano 50:50.

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che