Gli Stati Uniti accusano: Assange sta con Putin

Gli Stati Uniti accusano: Assange sta con Putin

- in Politica
355
0

Il clima da nuova Guerra fredda fra Usa e Russia si arricchisce di ulteriore tensione: Julian Assange è accusato di essere al servizio del presidente russo

Da divulgatore di documenti coperti da segreto a “portavoce” anti-occidentale schierato dalla parte di Putin: questa è la parabola di Julian Assange, accusato dal New York Times di lavorare al servizio di Mosca. Dopo lo scontro verbale sui raid aerei in Siria e sulle rivendicazioni dell’uccisione dello stratega dell’Isis, Stati Uniti e Russia tornano a punzecchiarsi – per ora sempre e solo verbalmente, per fortuna – su un nuovo fronte, rinverdendo i “fasti” della Guerra fredda che divise il mondo dalla fine della Seconda guerra mondiale fino all’alba degli anni Novanta.

L’ultimo terreno di scontro che ha innalzato il livello della tensione fra i due Paesi è Wikileaks e in particolare il suo portavoce principale, Julian Assange. L’accusa da parte degli americani riguarda soprattutto le ultime rivelazioni del sito, tutte a senso unico con l’obiettivo di screditare Hillary Clinton e la sua candidatura a presidente degli Stati Uniti. Secondo il New York Times, Wikileaks si servirebbe in gran parte di fonti russe, limitandosi a divulgare ciò che viene passato sotto banco senza verificare se le notizie abbiano un fondamento oppure no.

In sostanza, gli americani dipingono Assange come un burattino nelle mani di Putin e dei servizi segreti russi. Assange non ha mai nascosto la sua vocazione anti-americana e le sue rivelazioni dal 2010 ad oggi sono state preziose per scoprire alcuni retroscena della diplomazia Usa in relazione ai conflitti nei quali gli americani sono stati impegnati negli ultimi anni (Afghanistan e Iraq). Nonostante i metodi russi non siano meno cinici e spietati (per farsi un’idea basta vedere cosa accade agli oppositori di Putin), il trattamento verso la Russia da parte di WikiLeaks è decisamente più morbido.

La risposta di Assange al riguardo è stata alquanto sbrigativa: “Tutti criticano la Russia e Putin, è noioso”, avvalorando la tesi americana. L’impressione, comunque, è che Assange e la sua organizzazione rappresentino solamente l’ultimo motivo di scontro all’interno di una rinnovata Guerra fredda aperta su più fronti fra Stati Uniti e Russia. Un conflitto strisciante che si gioca su un piano diverso rispetto a quello che si concluse con la caduta del Muro di Berlino, ma i cui sviluppi al momento sono molto difficili da prevedere.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la