Giordano Dalla Bernardina: dall’Italia all’Australia per trovare lavoro

Giordano Dalla Bernardina: dall’Italia all’Australia per trovare lavoro

- in Italia
936
0
NtJDO

Per risolvere i problemi che si hanno in Italia non basta andare a vivere in Australia.

O almeno così dice Giordano Dalla Bernardina nato a Verona 26 anni fa e trasferitosi in Australia nel 2011. Secondo Giordano, la prima cosa di cui devono tenere conto tutti coloro che intendono trasferirsi in Australia è la conoscenza della lingua inglese. In Australia, infatti, ci sono persone provenienti da ogni parte del mondo che parlano e scrivono fluentemente l’inglese. Inoltre, è importante sapere che essere in possesso di una laurea non implica riuscire a trovare lavoro con più facilità. Al momento, Giordano si trova a Perth ma per i primi due anni ha vissuto stabilmente a Sydney.

Giordano Dalla Bernardina ha deciso di aprire un sito web in cui fornisce a tutti gli italiani che intendono trasferirsi in Australia i consigli necessari per non commettere errori. Visitando il sito si ha anche la possibilità di parlare direttamente con Giordano attraverso una videochat. Durante le varie videochat, Giordano tenta di chiarire ogni perplessità di tutti coloro che si accingono a partire per l’Australia alla ricerca di un futuro migliore di quello che si prospetta loro in Italia.

Il sito registra da 500 a 1000 visite al mese e le videochat già effettuate sono più di 30. In occasione di un’intervista, Giordano ha voluto chiarire il fatto che, molto spesso, rivolgersi alle cosiddette agenzie di intermediari è a dir poco deleterio. Navigando in internet è possibile trovare moltissime agenzie che promettono agli ignari viaggiatori di gestire ogni pratica burocratica ma chiedono un compenso a dir poco eccessivo. Giordano a queste agenzie non ci si è mai rivolto.

Prima di partire, al contrario, ha fatto il tradizionale visto di ingresso per un anno chiamato ‘working holiday visa’ che può essere effettuato solo entro il trentunesimo anno di età. Stando alle sue parole, pare che l’idea di andare a vivere in Australia non abbia rappresentato una fuga ma, piuttosto, la voglia di conoscere un Paese nuovo e confrontarlo con l’ormai degradata realtà italiana.

Ma come fare a trasferirsi in Australia? In primo luogo, è opportuno fare presente che esistono tre tipologie di visti: il working holiday visa, lo student visa ed il permanent resident visa. Con il working holiday visa si ha la possibilità di lavorare per sei mesi con un datore di lavoro a patto che i sei mesi successivi si cambi impiego. Lo student visa, invece, perde la sua validità al termine del ciclo di studi e viene accordato a tutti coloro che hanno meno di 50 anni. Il permanent resident visa è un visto che viene concesso sulla base dei titoli di studio conseguiti in Italia ed in Australia, alle pregresse esperienze lavorative, al livello di inglese e ad un serie di informazioni specifiche in merito alla situazione reddituale del richiedente.

Per il momento, Giordano vuole restare a Perth ed ha deciso di lavorare ad una start up finalizzata a fornire alle persone gli strumenti utili per sfruttare al massimo i social network e generare profitti. Senza dubbio, l’esperienza australiana lo ha segnato positivamente, ma dalle parole di Giordano si evince chiaramente che, in Australia come in Italia, per realizzarsi servono dedizione, impegno, costanza e molta forza di volontà.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di