Francia: campagna elettorale sospesa dopo l’attentato

Francia: campagna elettorale sospesa dopo l’attentato

- in Mondo
639
0
Fonte immagine: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/03/21/elezioni_in_francia_primo_confronto_tv_macron_in_testa_nei_sondag-68-581391.html

Chiusura anticipata della campagna elettorale in Francia, sospesa in seguito all’attentato compiuto sugli Champs-Elysees. Massima allerta in vista del voto

La campagna elettorale in Francia è stata ufficialmente sospesa dai principali candidati alle elezioni presidenziali, il cui primo turno si terrà domenica, in seguito all’attentato sugli Champs-Elysees che è costato la vita ad un poliziotto e altri due sono rimasti feriti. François Fillon, Marine Le Pen e Emmanuel Macron hanno annunciato la sospensione dei loro impegni elettorali, Jean-Luc Melenchon ha invece deciso di confermarli e rispettare il suo programma in vista del voto.

La tensione nella capitale francese da tempo sotto attacco resta comunque alta: il periodo elettorale è solamente all’inizio, dato che domenica si terrà il primo turno e con molta probabilità si andrà al ballottaggio fra due settimane. Quindici giorni in cui l’allerta sarà massima poiché si temono altri attacchi. Ovviamente tutti guardano al terrorismo, ma seminare il panico in vista del voto è una strategia nota e attuata da ben prima che i terroristi diventassero il pericolo numero uno.

francia_polizia_afp.jpg_997313609

Destabilizzare un Paese con attacchi prima di un’elezione fa parte di un modus operandi finalizzato al “voto responsabile”, ovvero spingere gli elettori a votare per il candidato più “istituzionale” – di solito quello ben visto e appoggiato da poteri forti e centralizzatipenalizzando quelli più “destabilizzanti”, che spesso inoltre si trovano avanti nei sondaggi prima di episodi terroristici. Il più delle volte il giochino funziona, in altre occasioni invece si è ritorto contro.

Cosa accadrà in Francia? Al momento è difficile ipotizzarlo anche perché l’attentato sugli Champs-Elysees avrà inevitabilmente delle ripercussioni sul voto, come ha fatto notare da oltreoceano anche Donald Trump. I sondaggi che valevano fino a pochi giorni fa ora sono inutili o quasi e la situazione di incertezza è ulteriormente aumentata. E viene da domandarsi: che cosa ci guadagna l’Isis a influenzare le elezioni francesi? Possibile che i terroristi siano così interessati a ciò che accade nei seggi della Francia e alle intenzioni di voto dei cittadini francesi?

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha