Foo Fighters: venti anni di successi, dalle origini alla consacrazione mondiale

Foo Fighters: venti anni di successi, dalle origini alla consacrazione mondiale

- in Musica
1242
0

I Foo Fighters sono una band statunitense fondata nel 1994 da Dave Grohl, membro storico dei mitici Nirvana: hanno pubblicato dieci album, tra cui otto in studio, una raccolta di successi e un live, e dopo vent’anni di carriera sono diventati un punto di riferimento per un genere musicale ricco e variegato come l’alternative rock.

Erano i primi anni novanta quando Dave Grohl iniziò a pensare a una carriera solista. Nel tempo libero scriveva e componeva brani che, nelle sue intenzioni, dovevano far parte di un album che l’artista avrebbe voluto rilasciare dopo lo scioglimento dei Nirvana. Nel 1995 Dave, il chitarrista Pat Smear, il bassista Nate Mandel e il batterista William Goldsmith compongono le prime canzoni dell’album omonimo Foo Fighters che viene pubblicato dalla Capital Records. This Is A Call è il primo estratto: un brano rock che nella classifica dei singoli più venduti del 1995 raggiunge la seconda posizione solo negli Stati Uniti.

Due anni dopo esce The Colour and the Shape (1997) un album che, secondo la critica e i fans, rimane forse il miglior lavoro dei Foo Fighters. Durante la registrazione di questo disco i dissapori tra Grohl e Goldsmith diventano sempre più evidenti, tanto che quest’ultimo decide di lasciare la band. Sarà sostituito da Taylor Hawkins che si unisce al gruppo diventando il nuovo batterista dei Foo Fighters.

L’ultimo album degli anni novanta è There is Nothing Left to Lose (1999) forse il disco più intimista dei Foo Fighters: brani indimenticabili come Learn To Fly oppure Breakout che viene utilizzato nel film Io, me & Irene, una deliziosa commedia con protagonista Jim Carrey. Dopo un periodo di inattività, Grohl e soci ritornano negli studi di registrazione e incidono l’album One by One (2002). Negli Stati Uniti questo disco vende due milioni di copie ma non ottiene recensioni favorevoli e rimane soltanto un grosso successo commerciale nella discografia della band.

Decisamente molto più interessante In Your Honor (2005), quinto album in studio dei Foo Fighters, che arriva sul mercato nell’insolita versione in doppio cd: nella prima parte ci sono dieci brani inediti realizzati con il consueto stile della band, mentre il secondo disco è un’irresistibile compilation di pezzi acustici in cui ogni elemento della band riesce a dare il meglio di sé. Due anni dopo realizzano Echoes, Silence, Patience & Grace (2007) anticipato dal singolo The Pretender: il successo di questo disco supera la concorrenza dei Green Day e dei Red Hot Chili Peppers e i Foo Fighters, nel febbraio del 2008, ricevono un Grammy Award per il Miglior Album Rock.

Con l’uscita di Wasting Light (2011) Grohl scrive e compone il brano Walk che viene utilizzato nella colonna sonora del film Thor. Con questo disco i Foo Fighters ritornano alle origini realizzando un mix di brani che richiamano a sonorità più legate al grunge. Nel 2014 la band ha realizzato il suo ultimo album in studio, Sonic Highways, e in seguito è partita per un tour mondiale che l’ha portata anche in Italia.

Il team di BreakNotizie

 

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di