Fondotinta Minerale: Quale Scegliere e Come Applicarlo

108

In questi ultimi anni il fondotinta minerale è un tipo di make up sempre più apprezzato dalle donne.

Trattandosi di un prodotto naturale è un’alternativa valida per coloro che desiderano curare la pelle del viso senza però rinunciare al trucco. Rispetto ai tradizionali fondotinta liquidi o in crema, quello minerale possiede delle peculiarità che lo rendono per molti versi migliore come prodotto. È infatti composto unicamente da minerali e del tutto privo di parabeni, coloranti, siliconi, talco, profumo e conservanti chimici.


Tra i suoi componenti più noti vi è il disossido di titanio, che ha la proprietà di proteggere dai raggi UV e rendere luminosa l’epidermide grazie ai minerali che tendono a riflettere la luce. Ha inoltre proprietà lenitive ed è dunque l’ideale per pelli sensibili e soggetti allergici.


Il fondotinta minerale permette un coverage modulabile, ciò significa che a seconda delle proprie esigenze lo si può applicare in più passate, mantenendo sempre un effetto naturale.
Questo prodotto è adatto a tutti i tipi di pelle ed è consigliato in modo particolare per coloro che soffrono di couperose, per pelli mature e per pelli grasse: i minerali infatti non solo assorbono il sebo in eccesso opacizzando la pelle, ma minimizzano anche le rughe e le linee sottili.

Per orientarsi nella scelta del fondotinta di tipo minerale più consono alle proprie esigente vi sono alcuni fattori da tenere in considerazione. Questo prodotto è disponibile sia in polvere che in crema: tendenzialmente se si ha la pelle secca è meglio preferire quest’ultimo, per dare alla pelle idratazione e risolvere il problema generale di secchezza. Se invece si ha la pelle mista o grassa l’ideale è orientarsi sulle polveri, che contrastano l’eccesso di sebo ed opacizzano il viso, eliminando l’antiestetico effetto lucido.


Inoltre è bene assicurarsi che il prodotto acquistato risulti minerale al 100%: in commercio infatti esistono alcuni fondotinta vantati come minerali sull’etichetta ma che in realtà non sono tali, almeno non completamente, poiché contengono anche alcuni componenti chimici.

Una corretta applicazione del fondotinta è fondamentale per una resa perfetta del make up. Meglio procedere sempre con quantitativi minimi di prodotto in modo tale da non esagerare e nel caso in cui il risultato non sia ancora soddisfacente si possa comunque procedere con un’ulteriore passata.
Essendo due le formulazioni a disposizione sul mercato, come già detto, sarà anche differente la tecnica per stenderlo.
Se il fondotinta è in crema si può prelevare un pochino di prodotto con l’ausilio di una spugnetta per fondotinta precedentemente inumidita e stendere il prodotto partendo dal centro del viso sino all’esterno, sfumando.


Se invece il prodotto è in polvere, lo si può applicare sia da asciutto che da bagnato. Nel primo caso, indicato per chi ha la pelle grassa, si versa un po’ di prodotto nel tappo della confezione e si preleva la polvere minerale utilizzando il pennello Kabuki. Poi si fa ruotare il pennello dentro il tappo, in modo da fargli assorbire il prodotto fra le setole, fatto questo si scuote leggermente il pennello per eliminare il prodotto in eccesso e si procede con l’applicazione, effettuando dei movimenti circolari su tutto il viso. Se poi si desidera una copertura maggiore si procede con una seconda passata.
Se si opta invece per l’applicazione del fondotinta minerale da bagnato occorre miscelarlo con dell’acqua termale o con un pochino di crema idratante e bisogna inumidire un po’ anche il pennello, prelevare con esso il prodotto e poi stenderlo sul viso anche in questo caso con movimenti circolari.

Il team di BreakNotizie