Follie del calcio, i giocatori più pazzi!

364

Il calcio è stato sempre popolato da giocatori che hanno segnato un’epoca non solo dal punto di vista tecnico ma anche per le follie, dentro e fuori dal campo. Un tempo i rotocalchi impazzivano per le bravate di campioni quali Diego Maradona e George Best, fino ad arrivare alle bizzarrie dell’italiano Gianfranco Zigoni (‘star’ ante-litteram: una volta si presentò in pelliccia in panchina). E oggi quali sono i calciatori ‘pazzi’?

Dagli anni Novanta a oggi la galleria del calcio è ricca di ‘locos’, come vengono chiamati in quel Sudamerica che ha lasciato in eredità due portieri sopra le righe: il messicano Jorge Campos si segnalava per le uscite spericolate e anche per le sgargianti casacche che si disegnava da solo; il colombiano René Higuita, invece, attentava alle coronarie del pubblico esibendosi in parate acrobatiche quali il tuffo noto come ‘mossa dello scorpione’.

In Europa nella categoria dei ‘pazzi’ spiccano Balotelli, Barton e, a suo tempo, Cantona, tutti in Premier League: i ‘colpi di testa’ di Super-Mario oramai non si contano più mentre Joey Barton (carattere esplosivo e provocatorio) ha avuto anche guai con la giustizia; infine, per l’attaccante dello United ricorre quest’anno il ventennale del clamoroso calcio volante che sferrò su di uno spettatore.

Alla lista potremmo aggiungere anche il portoghese Meireles e i suoi stravaganti tatuaggi, il pittoresco francese Djibril Cissé, noto più per i look estremi che per i gol e, ovviamente, Luis Suarez: l’uruguaiano, in campo, si trasforma e le reiterate squalifiche per aver… morso l’avversario ne sono un esempio. E l’ideale tecnico di questa squadra di ‘crazy footballers’? Facile: Marcelo Bielsa, detto ‘el Loco’, uno che da calciatore e, poi, da allenatore ha sempre avuto la fama di guru anticonformista.

Il team di BreakNotizie