Financial Times: “Dall’Italia arriverà l’altra spallata all’Unione Europea”

Financial Times: “Dall’Italia arriverà l’altra spallata all’Unione Europea”

- in Italia
810
0

Dalle colonne del Financial Times, Wolfgang Munchau spiega che, dopo il voto nel Regno Unito, la vera minaccia per l’Unione Europea proviene dall’Italia. Ad ottobre, infatti, i cittadini italiani saranno chiamati ad esprimersi in un referendum sulla riforma costituzionale voluta dal primo ministro italiano, Matteo Renzi.

Munchau ritiene che Renzi perderà il referendum, nonostante i sondaggi paiono suggerire il contrario. Ma “anche in Gran Bretagna non ci hanno azzeccato”, ricorda l’opinionista.  A trarne vantaggio sarebbe presumibilmente il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo, dopo le recenti vittorie alle amministrative di Roma e Torino.

“La dinamica politica in Italia non è molto diversa da quello del Regno Unito. L’elettorato è in uno stato d’animo insurrezionale. Il paese non ha avuto praticamente nessuna crescita della produttività dall’adozione dell’euro nel 1999. Al contrario del Regno Unito, in Italia la disoccupazione è alta. Il governo Renzi ha fallito, non riuscendo a rompere con gli scandali della corruzione e soprattutto a rimettere in carreggiata l’economia nazionale”.

Un sondaggio del Pew Research Center sugli atteggiamenti verso l’integrazione europea negli Stati membri più grandi suggerisce che gli italiani,  più dei greci, vedono la governance economica dell’UE sempre più negativamente. Non sorprende allora che la gente stia cominciando a dare la colpa all’euro per i problemi economici. Un’uscita italiana dalla moneta unica innescherebbe il collasso totale della zona euro entro un periodo molto breve, avverte l’editorialista, che parla dello shock economico più violento nella storia, che farebbe impallidire il fallimento di Lehman Brothers nel 2008 e la crisi del 1929 di Wall Street.
“Quando gli elettori delusi scorgono la possibilità di dare una bella lezione ad un governo, la colgono a prescindere dalle conseguenze” e le dimissioni annunciate da Renzi in caso di vittoria del “no” al referendum “è più uno stimolo a votare contro a prescindere dai meriti della riforma, che un motivo di dissuasione”, sostiene Munchau dalle colonne di “Handelsblatt”

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la