Feste alcol free: gli under 25 danno lezioni di divertimento

249

Quella delle cosiddette feste sobrie è una delle mode che più sta spopolando tra i giovani di tutto il mondo.

Ad accomunare gli under 25 australiani, statunitensi ed europei, dunque, ci sarebbe la nuovissima tendenza di bere cocktail totalmente analcolici assistendo ad eventi a tema. A Manhattan, ad esempio, è possibile trovare numerosi locali in cui è possibile sorseggiare drink analcolici e guardare bellissimi spettacoli teatrali. Addirittura, per i più tecnologici c’è anche la possibilità di scaricare una app con la quale conoscersi e darsi appuntamento ad eventi alcol free.

Una moda in netta controtendenza con le abitudini di intere generazioni che avevano fatto del divertimento sfrenato l’unica ragione di vita. Oggi, quindi, pare che i giovani non sentano più la necessità di ricorrere all’alcol per divertirsi e lasciarsi andare. Tra le novità più importanti c’è, poi, il fatto che gli under 25 hanno intenzione di spostare la fascia oraria dedicata allo svago: non più orari impossibili nè, tanto meno, after hours ma comodi appuntamenti pomeridiani o, addirittura, alle prime luci dell’alba. Ovviamente, a giocare un ruolo molto importante in questa inversione di tendenza sono stati i social network che hanno permesso la nascita di numerose community alcol free ed hanno consentito la stesura di veri e propri regolamenti per gli eventi. Niente paura, però: i pub di tutto il mondo già si stanno organizzando per preparare cocktail analcolici decisamente molto gustosi. L’idea, infatti, è quella di far evaporare la componente alcolica di un drink mantenendone intatto il sapore.

Divertirsi senza alcol, dunque, è possibile e Londra lo ha dimostrato. Proprio in Gran Bretagna, infatti, è nata la moda secondo la quale ubriacarsi non è più sinonimo di trasgressione ma, al contrario, è indice di un disagio interiore. Ad aiutare i giovani ad interiorizzare tale importante messaggio, poi, sono venuti in soccorso anche i social network grazie ai quali gli under 25 hanno avuto modo di riconoscersi in uno stereotipo libero dalla dipendenza dall’alcol.

Le feste sobrie sono sbarcate anche nella penisola scandinava ed a Stoccolma i giovani sono riusciti a raggiUnderue risultati ancora più interessanti dei londinesi. In alcuni locali della capitale svedese, infatti, sono stati posizionati degli etilometri al fine di vietare l’ingresso a tutti coloro che hanno consumato alcol. In tali locali, nonostante vengano serviti solo drink alcol free, il divertimento è assicurato: musica ad alto volume, eventi e spettacoli non fanno affatto sentire la mancanza dell’alcol.

Anche New York non è rimasta indietro: feste sobrie ed eventi all’insegna del divertimento senza alcol sono diventati un must. Quelli che, fino a poco tempo fa, erano locali in cui si usava sorseggiare drink di ogni genere, oggi si sono trasformati in piacevoli luoghi di incontro in cui divertirsi, trascorrere qualche ora in compagnia, colloquiare e, magari, imparare cose nuove.

Senza alcun dubbio, la moda delle feste sobrie segna uno spartiacque decisamente molto importante per gli under 25 che, a quanto pare, non hanno alcuna intenzione di lasciare che l’alcol prenda il sopravvento nella loro vita. Di sicuro, le nuove generazioni sono più mature e libere dal giogo del divertimento ad ogni costo rispetto a quelle del passato.

Il team di BreakNotizie