Trovata in Slovacchia l’emoji più antica del mondo

27
emoji-piu-antica-del-mondo

Una faccina sorridente vecchia di 382 anni ritrovata fra degli antichi documenti sarebbe l’antenata delle moderne emoticon.

I curatori dell’Archivio nazionale di Trencin, in Slovacchia, avrebbero scoperto la prima emoji della storia fra i documenti di Jan Ladislaides, un avvocato slovacco vissuto nel XVII secolo. Il simpatico simbolo era presente accanto alla firma del legale, in un documento risalente al 1635.

Una faccina vecchia 382 anni

Secondo Peter Brindza, capo dell’Archivio, il cerchio raffigurato insieme a due punti e una linea dritta sarebbero un diretto antenato delle tipiche faccine che utilizziamo oggi nella quotidianità per comunicare via chat. E pare che il viso disegnato dall’avvocato avesse tutti i motivi per sorridere: Brindza infatti ha assicurato che gli affari dell’avvocato andassero a gonfie vele. “Non so dire se si tratta dell’emoji più vecchia del mondo, ma è senza dubbio una delle più antiche della regione di Trencin” ha specificato Brindza.

emoji-più-antica-del-mondo

Non solo emoji: indici e “hashtag” antichi

Nel medesimo documento è presente anche il disegno del dito di un clown con sopra un segno molto simile ad un hashtag, sebbene non sia ancora chiaro il significato. Brindza si è dichiarato estremamente sorpreso da quest’ultimo dettaglio, sicuramente inconsueto per uno scritto di quel tempo. Nel 2014, un’altra faccina era stata trovata in una poesia di Robert Herrick risalente al 1648, intitolata “To Fortune” (Alla fortuna). All’interno del componimento inglese, infatti, alla fine del secondo verso sono presenti due punti e una parentesi a formare un sorriso, come un’emoticon. Tuttavia, si è poi scoperto essere una mera caratteristica della tipografia in quell’epoca.

emoji-più-antica-del-mondo

Una nuova forma di espressione digitale ma con radici antiche

Occorre inoltre specificare che esiste una differenza tecnica fra emoji ed emoticon: le prime sono vere e proprie immagini, mentre le emoticon sono un insieme di caratteri di punteggiatura che rappresentano dei volti umani ruotati di 90°. Inventate ufficialmente nel 1980 come forma d’espressione digitale, sono oltre sei miliardi le emoji che vengono inviate ogni giorno in tutto il mondo. Che sia la faccina scarabocchiata dall’avvocato slovacco la vera madre di questa crescente tendenza?

Il team di BreakNotizie

Leggi anche:

Emoji Palace: la nuova frontiera dell’architettura moderna