Elezioni in Olanda: la vittoria va ai liberali di Rutte

Elezioni in Olanda: la vittoria va ai liberali di Rutte

- in Politica
616
0
Fonte immagine: http://italy.s3.webdigital.hu/notizie/elezioni-in-olanda-vincono-i-liberali-di-rutte-wilders-non-sfonda-e-avverte-non-vi-siete-liberati-di-me-la-repubblica

L’Olanda sceglie di proseguire sulla vecchia strada: alle elezioni vince il partito del premier Rutte. Il Pvv di Wilders è secondo. Crollano i laburisti

Gli irriducibili sostenitori dell’Unione Europea hanno tirato un sospiro di sollievo: nelle elezioni olandesi – che avevano catalizzato l’attenzione dell’intero Vecchio continente nelle ultime settimane – si è imposto il Vvd, il partito liberale di destra del premier Mark Rutte, che dunque viene riconfermato alla guida del Paese. Secondo molti si è trattato di un argine che gli elettori olandesi hanno voluto mettere alla disgregazione dell’Ue, ma il voto che giunge dal paese dei tulipani va analizzato con attenzione.

Al secondo posto nelle preferenze si è piazzato il Pvv di Wilders, vero spauracchio della vigilia e da molti temuto e additato come partito di estrema destra e islamofobo. Non bisogna però considerarlo sconfitto dal voto, come tanti stanno facendo in queste ore; certo, rispetto alle previsioni della vigilia in cui era dato per favorito dai sondaggi, il risultato è al di sotto delle attese, ma si tratta comunque del secondo partito più votato in Olanda.

Geert-Wilders-1

Il Vvd ha conquistato il 21,2% dei voti, che corrispondono a 33 seggi su 150, il partito di Wilders è secondo con il 13,1% dei voti e 20 seggi. Un risultato che è anche un segnale del malcontento che in Olanda si sta vivendo e non va certo sottovalutato, visto che le altre forze politiche in campo non sono riuscite a raccogliere altrettanto consenso. I democristiani del Cda si sono fermati al 12,4% e i liberali progressisti del D66 al 12,1%.

Il partito del premier Rutte ha perso ben 10 seggi rispetto alle elezioni del 2012, mentre il Pvv ne ha guadagnati 4. Per poter formare il governo, è necessaria la maggioranza di 76 seggi, perciò Rutte dovrà stringere delle alleanze, probabilmente anche con i verdi del GroenLinks autori di un vero e proprio exploit con il 9% dei voti conquistati e 14 seggi. Chi esce davvero sconfitto da queste elezioni sono i laburisti, che potranno contare nella camera bassa solo su 9 seggi, addirittura 29 in meno rispetto al 2012.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha