Ecco la bomba decongestionante che scioglie le tossine e attiva la circolazione

Ecco la bomba decongestionante che scioglie le tossine e attiva la circolazione

- in Ricette
784
0

Questa è un’antica ricetta tradizionale chiamata Sidro di Fuoco che ha una lunga storia nella medicina popolare. Ci possono essere alcune variazioni sulla preparazione ma gli ingredienti più comuni sono: aceto di mele, zenzero, curcuma, rafano, cipolla, aglio, peperoncino jalapeno, limone e pepe di Cayenna.

Questa combinazione di ingredienti funziona dadecongestionante, attivando il sistema circolatorio, e riscalda il corpo. Molti degli ingredienti hanno anche proprietà anti-virali, anti-batteriche e anti-microbiche che sono stati riconosciuti in studi scientifici.

Ecco gli ingredienti principali con i loro benefici

Aceto di mele: Aceto di mele contiene acido acetico che è un forte antimicrobico, ma la principale ragione per cui viene usato in questa ricetta è per la sua forte proprietà anti-istaminica che lo rende un decongestionante naturale. Inoltre è ricco di acido malico che è un potente disintossicante da metalli pesanti e tossine. Molti medici consigliano infatti di prendere un cucchiaino di aceto di mele in un bicchiere d’acqua ai primi segni di un raffreddore e sinusite o altre infezioni, o come preventivo durante le stagioni fredde.

Zenzero: E’ usato da migliaia di anni nelle culture asiatiche per combattere le infezioni. Recentemente sta diventando sempre più popolare nella dieta occidentale per il suo effetto digestivo e antibatterico. Uno studio del 2010 ha comparato l’estratto di radice di zenzero agli antibiotici comuni come cloramfenicolo, ampicillina e tetraciclina, mostrando efficacia per il mal di gola e concludendo che lo zenzero può essere utilizzato con successo per combattere le infezioni. Uno studio del 2002 ha dimostrato che lo zenzero ha valore terapeutico contro i sintomi del tratto respiratorio come naso che cola e tosse.

Curcuma: La curcumina, il principale componente attivo della curcuma, è stato studiato e utilizzato per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antivirali per oltre 4.000 anni. Le proprietà antivirali della curcuma hanno dimostrato un grande potenziale nella lotta contro raffreddori e influenza. Uno studio del 2009 ha dimostrato che la curcumina h la capacità di ridurre la replicazione del 90% delle cellule virali o che sono stati infettate dal virus. Essendo un potente antiossidante, la curcumina è anche in grado di combattere i radicali liberi, che sono estremamente dannosi per il sistema immunitario e favoriscono l’invecchiamento. Mantenere alto il sistema immunitario è il modo migliore per scongiurare la malattia. Ci sono davvero tanti studi scientifici che dimostrano le proprietà a largo spettro di questa spezia facilmente reperibile.

Rafano: Nella nostra dieta è praticamente scomparso ma in passato era molto utilizzato in cucina e nella medicina tradizionale per le sue proprietà antibatteriche, antibiotiche emucolitiche. E’ stato anche approvato per il trattamento terapeutico di infezioni respiratorie, raffreddore, mal di gola, sinusite dalla German Commission E.  I ricercatori tedeschi hanno condotto uno studio in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo pubblicato nel 2012, che ha dimostrato che il rafano tratta con successo le infezioni respiratorie. Io l’ho trovato al centro commerciale.

Cipolla: Dalla medicina popolare europea fino a quella indiana dell’Ayurveda, la cipolla ha una storia millenaria di utilizzo per alleviare la tosse e la lotta contro le infezioni. Una delle abilità migliori della cipolla è assorbire tossine e germi. Nel secolo scorso era una tradizione conosciuta quella di mettere la cipolla tagliata in un calzino o mettere pezzi di cipolla su un piatto vicino ad una persona che era malata con un raffreddore o influenza.

Aglio: Con le sue oltre 200 sostanze chimiche (in particolare allicina), è in grado diuccidere i batteri e parassiti. I suoi componenti quali zolfo e bioflavonoidi aiutano a proteggere il corpo da malattie e infezioni. In molti casi è in grado di combattere batteri resistenti ai farmaci.

Peperoncini Jalapeno e Cayenna: Qualsiasi cibo piccante aiuta a drenare e fluidificare il muco dal naso spesso bloccato a causa dell’influenza, allergie o sinusite. Jalapeno, Caienna ma anche altri tipi di peperoncino sono un grande aiuto per attivare lacircolazione, riscaldare il corpo e liberare i seni nasali. Il componente attivo presente nel peperoncino è la capsaicina che è anche un potente antibatterico.

Limone: E’ un noto antibatterico, è antiossidante ed alcalinizzante aiutando quindi a ripristinare il corretto pH nel corpo e rendendolo meno ospitale alla proliferazione di virus e batteri. Fluidifica il muco ed è ricco di benefici.

Ricetta del Sidro di Fuoco

La ricetta che ho scelto è quella della famosa erbalista Rosemary Gladstar. Gli ingredienti devono essere possibilmente biologici e sono:

  • 1/2 tazza di radice di zenzero
  • 1/2 tazza di rafano radice
  • 1/2 tazza di radice di curcuma
  • 1 cipolla
  • 10 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino jalapeno
  • 1 limone
  • 1/4 cucchiaino di povere di Cayenna
  • 500ml di aceto di mele

Preparazione. Tagliare tutti gli ingredienti in pezzi piccoli (è meglio non usare il frullatore) e metterli in un barattolo di vetro (non usare plastica o metallo). Versa l’aceto di mele fino a coprire tutti gli ingredienti. Agita bene e conservalo in frigorifero per un mese. Agitalo una volta al giorno. Dopo un mese, filtra e conserva solo il liquido in un barattolo pulito.

Dosaggio. La raccomandazione generale che viene consigliata è quella di uno o due cucchiai di sidro fuoco tre volte al giorno dopo i primi sintomi di un raffreddore, un’infezione respiratoria, naso chiuso, spossatezza, ecc.

Nota. Se il tuo stomaco è sensibile ai cibi piccanti, diminuisci il dosaggio a un cucchiaino una volta al giorno (oppure metti meno peperoncino tra gli ingredienti). Sentirai subito sollievo ma i maggiori benefici sono chiari con l’assunzione per qualche settimana. Si conserva anche per un anno a temperatura ambiente.

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Tempo di carciofi: deliziosi a tavola, preziosi per la salute!

Il carciofo è un ortaggio amico del fegato