Ecco cosa non devi fare per essere felice

Ecco cosa non devi fare per essere felice

- in Lifestyle
209
0
Businessmen and ClockBusinessmen and Clock

Tutti desideriamo la felicità, ma a volte assumiamo atteggiamenti che ci allontanano da essa: ecco come evitarli e diventare persone migliori.

A cosa anela un essere umano nella sua esistenza se non alla felicità? Essere felici a volte però ci sembra una meta impossibile da raggiungere, costretti come siamo a barcamenarci tra le mille difficoltà della vita senza un attimo di tregua. Ma hai mai pensato al fatto che la felicità non è fuori di te, ma dentro di te? Ovvero, non sono i fatti che ci accadono esternamente ad influenzare il nostro stato d’animo, ma siamo noi, con il nostro atteggiamento, a poter decidere se essere felici o meno. Ti sembra strano o impossibile? Eppure adesso ti illustreremo tre modi di comportarsi che sicuramente tu stesso avrai adottato molte volte. In effetti sono comportamenti piuttosto istintuali ma tu devi combatterli perché ti allontanano dalla tua meta ultima: essere felice.

Portare rancore

Non bisogna essere cristiani per capire quanto portare odio e rancore nei confronti di un altro essere umano non abbia alcun altro effetto se non avvelenare noi stessi. Il rancore è un sentimento livoroso che ti scava dentro e finisce per divorarti; odiare qualcuno è un vero cancro che ti corrode l’anima. Viceversa devi imparare il perdono: riuscire a perdonare chi ci ha fatto del male è la strada più veloce per raggiungere la felicità e soprattutto la serenità interiore. Non devi necessariamente porgere l’altra guancia, perché è giusto che tu esiga il riparo ad un torto subito. Perdonare vuol dire semplicemente passare oltre quel torto, lasciarlo tra le cose del passato e quindi non portare provare più malevolenza nei confronti di chi te lo ha inflitto.

rancore_c

Lamentarsi

Quanto ti piace lamentarti un po’, vero? Quando ti lamenti hai la sensazione che i tuoi pesi si alleggeriscano, che sfogarti ti serva ad avvertire meno la fatica di vivere. Sbagliato! La lamentela è un altro veleno che soffoca la tua anima e ti allontana dalla felicità. Recriminare continuamente su quello che ci è accaduto, rimpiangere le scelte fatte o ritenere la propria sorte la più disgraziata al mondo, oltre che poco onesto, è anche infantile. Ognuno di noi ha cose di cui gioire e cose di cui dispiacersi, quindi bisogna sempre guardare i due lati della medaglia. Inoltre lamentarsi di quello che non ci piace non serve a cambiarlo, ma solo a farci sentire più avviliti e sfortunati. Prova a non lamentarti per qualche giorno e scoprirai da solo che riuscirai ad avere molte energie in più per la tua ricerca della felicità.

relationship difficulties

Cercare la felicità nel domani

Non è così? Anche tu credi che sarai felice “solo se” o “solo quando”. Noi tendiamo a legare il nostro concetto di felicità alla realizzazione di un grande sogno, di un desiderio che, ne siamo certi, quando si avvererà cambierà la nostra vita. Ma la felicità non è mai, nè può essere, nell’attesa di un evento futuro: la felicità è oggi e tu devi saperla trovare nel tuo quotidiano. Così come non devi mai rimpiangere il passato, credendo che un tempo sei stato felice e oggi non più, allo stesso modo non ti devi aspettare che sia il domani a donarti la felicità. Ricorda che un domani potrebbe semplicemente non esserci: perciò cerca sempre di gioire dell’oggi e di quello che hai.

felicità_vita

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

130 famiglie lasceranno l’Italia per dire no al vaccino

In Trentino Alto Adige è nato il fronte