Donna vs Uomo, l’equità è stata raggiunta?

202

La parità di genere, ossia l’equità tra uomo e donna, è una chimera o un traguardo di civiltà?
Si tratta di una delle tematiche più scottanti della nostra società che, piano piano, sta penetrando anche in culture molto diverse.
La gender equality è un tema importante in ambito lavorativo, sociale, politico e soprattutto culturale.
La natura e l’origine patriarcale o matriarcale delle società ha una grossa influenza sull’evoluzione sociale in tema di parità di genere.


Ad oggi nessun Paese e nessuna nazione possono dirsi giusti dal punto di vista della parità di rapporto tra uomo e donna, perché sostanzialmente disuguaglianze e stereotipi permangono a tutto svantaggio del genere femminile.

In molte società, comprese quelle considerate più evolute dal punto di vista dei diritti civili, permangono gravi fenomeni di esclusione e soprattutto discriminazione legati al genere: questa situazione limita sostanzialmente il diritto alla cittadinanza delle donne. Certe situazioni particolarmente estreme sono ritenute da una larga fetta dell’opinione pubblica come il simbolo di quanto anacronistici siano i modelli culturali di riferimento.
Opinione comune è che, nonostante i passi in avanti di questi ultimi decenni, il mondo occidentale sia ancora arretrato da questo punto di vista: in queste società le donne hanno ottenuto, ovunque, il diritto di voto ma, in ambiente lavorativo, diseguaglianze dal punto di vista della retribuzione persistono ed assumono, talvolta, dimensioni imbarazzanti.
Dal punto di vista semantico e linguistico, inoltre, la situazione è ancor più grave: sfottò e stereotipi verso le donne sono all’ordine el giorno in qualsiasi ambiente.
La parità di genere è ancora lontana.

 

Il team di BreakNotizie