Distruggi l’illusione e alza il Velo per trovare la Realtà

84

Qualche anno fa uscì al cinema un film che fece molto parlare e che in seguito è diventato un cult nel genere della fantascienza. Il suo titolo era Matrix, e parlava di un uomo che un giorno, improvvisamente, scopriva che il mondo che lo circondava era solo un’illusione creata dalle macchine. Lui, e tutto il resto dell’umanità, erano tenuti in schiavitù. Da loro veniva risucchiata la forza vitale, e venivano tenuti svegli dentro una sorta di sogno collettivo: la Matrice.

La portata rivoluzionaria di quel film è stata poi fatta passare in secondo piano, dando maggiore risalto alla mera spettacolarità; ma in molti, vedendo quel lungometraggio, avranno provato un senso di profondo disagio. E se le cose stesero realmente così? L’essere umano è molto di più di ciò che è diventato; quello che vive al suo interno, nel suo vero Io, ha un’ampiezza e una profondità che non si possono assolutamente paragonare alla pochezza del mondo contemporaneo.

Pensiamoci un attimo: la vera realtà delle cose non è altro che vibrazione energetica. Noi siamo un tutto che tenta continuamente di riunirsi ed espandersi, e la realtà, o almeno quella che riteniamo tale, non è altro che una proiezione olografica, una mera apparenza che però qualcuno fa di tutto per farci credere che sia l’unica realtà possibile.

Ma non è tutto questo terribilmente riduttivo? L’uomo è Dio, l’uomo ha creato questo universo e dentro di sè ha la potenzialità di crearne ancora altre migliaia, sempre più belli. Ma delle entità oscure cercano di farci credere il contrario, ci tengono nell’oscurità e nella menzogna, così che ci accontentiamo di vivere un’illusione senza riuscire a ritrovare la strada verso casa, che poi siamo noi stessi.

A volte però qualcuno riesce a liberarsi da questa prigione: è la ghiandola pineale del cervello, il nostro terzo occhio che ci permette di vedere oltre l’illusione e di scoprirne la perversione. Ci sono così tanti stimoli da cui veniamo bombardati che cercano di farci dimenticare il Dio che è in noi. La televisione ci immerge in un mondo fatto di lustrini e finzione, e quotidianamente, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, cerca di farci dimenticare che l’essere umano non è solo terra e fango, ma è luce e polvere di stelle.

Il vero destino dell’Uomo va oltre tutto questo. Stanno per arrivare tempi oscuri: ci saranno guerre, morte e tanto dolore. Ma nessuno di noi deve essere spaventato, perché l’Uomo è un Essere Eterno e dopo le tenebre si ritroverà in una luce di tale splendore da restarne accecato. La fine di tutte le cose avverrà quando il Velo di Maya verrà sollevato: tutto ciò che è apparirà nella sua illusorietà, e finalmente saremo pronti a vedere davvero.

Anche adesso, anche qui e ora, dobbiamo cercare di affrancarci dalle forze oscure che desiderano costringerci nell’ignoranza, e la strada è solo una: usare l’arte, il bello e il sublime. Bisogna ascoltare le musiche più belle che siano mai state composte, riempirsi di Amore, perché, oltre tutto il resto, l’Uomo non è che questo: è Amore, e chi ama non prova rabbia, invidia, o rancore, che sono invece i sentimenti a cui le Forze Oscure vogliono tenerci legati.

Liberatevi: la vera natura dell’uomo è assai più grandiosa della pochezza di cui ci accontentiamo.

Il team di BreakNotizie