Dichiara guerra al malessere d’autunno in 4 semplici mosse

Dichiara guerra al malessere d’autunno in 4 semplici mosse

- in Benessere
181
0

Il malessere d’autunno è una vera e propria sindrome caratterizzata da diversi disturbi che si ripercuotono sull’organismo. Scopriamo come contrastarla ed evitare che ci butti giù.

Il passaggio dall’estate all’autunno è sempre ed inevitabilmente traumatico. Non solo perché le ferie sono finite e si è costretti a far ritorno alla quotidianità, ma perché il cambio di stagione porta con sé una serie di fastidiosissimi disturbi che non è facile contrastare. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di un disordine di tipo psico-fisico. In gergo si chiama SAD, acronimo di Seasonal Affective Disorder e che sta appunto ad indicare quello che è comunemente noto come malessere d’autunno. Il picco massimo lo si raggiunge il 23 settembre, ovvero nel giorno dell’equinozio vero e proprio. L’ingresso dell’autunno coincide con un calo piuttosto drastico del numero di ore di luce che gli esseri umani hanno a propria disposizione. E questo, sebbene molte persone trovino più affascinante la notte che non il giorno, ha effetti negativi sul corpo: sembra infatti che l’equinozio scateni nell’uomo un ingiustificato senso di tristezza e che provochi, peraltro, un affaticamento generale.

Nei casi più estremi, l’arrivo della stagione delle piogge può causare sintomi come insonniaansiairritabilitàastenia e perfino calo della libido. Ma esistono fortunatamente vari modi per tenere la situazione sotto controllo e sfuggire, così, alla sindrome da equinozio: sottoporsi a dei massaggi è uno di questi. Con la scusa di idratare la pelle, che alla fine dell’estate è sempre incredibilmente secca, regaleremo al corpo una piacevole pausa relax. Il massaggio a base di olio si può fare prima della doccia o del bagno: può coinvolgere, oltre alle gambe e al busto, anche i capelli, perché massaggiare il cuoio capelluto è un vero e proprio toccasana. Oltre che rilassante sarà anche utile in quanto stimola la circolazione e contrasta la caduta dei capelli, tipica di questo periodo dell’anno.

Fare attività fisica è la seconda regola d’oro da osservare nel caso in cui si sia affetti da SAD. Si può praticare il running all’aria aperta, tentare la strada del fitwalking o iscriversi in palestra per allenarsi a suon di pesi e cardiofitness. Non è importante la disciplina, quanto il movimento in sé. Fare sport alleggerisce la mente e regala al corpo un impagabile senso di benessere generale. Terzo step: rafforzare le difese immunitarie in modo naturale. E come? Bevendo succhi freschi, facendo incetta di verdura e frutta di stagione, inserendo le tisane nella propria routine giornaliera e insaporendo i piatti con spezie come curcuma e zenzero. I benefici saranno immediati, provare per credere. L’ultimo consiglio per contrastare i sintomi dell’equinozio è quello di riposare sempre a sufficienza. È questa infatti l’unica strada percorribile se ci si vuole svegliare carichi di energie e pronti ad affrontare una nuova e meravigliosa giornata.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Gli utilizzi alternativi della carta stagnola che non conoscevi

Se fino a questo momento avete pensato che la