Dal 2017 maggiori responsabilità per i proprietari nella revisione delle auto

Dal 2017 maggiori responsabilità per i proprietari nella revisione delle auto

- in Motori
2353
0
Fonte immagine: https://www.sostariffe.it/news/cose-e-quanto-costa-la-revisione-auto-159257/amp/

A partire dal 2017 sono previste maggiori responsabilità per i proprietari di auto, che diventano i garanti dello “stato di salute” della loro vettura

Importanti novità in fatto di revisione auto sono state introdotte nel 2017: tramite una direttiva voluta dall’Unione Europea, vengono fissate maggiori responsabilità per i proprietari di automobili, che diventeranno i garanti dello “stato di salute” della vettura e dovranno rispondere in prima persona in caso di manomissioni o interventi fuori dalle regole per agevolare la revisione. L’obiettivo dell’Ue è quello di rendere più sicuri i mezzi e dunque la circolazione stradale, con uno sguardo anche all’ambiente.

La direttiva 2014/45 dovrà essere recepita dall’Italia entro il prossimo 20 maggio e comporterà regole più severe da rispettare in particolare per i proprietari di veicoli, che dovranno garantire il rispetto delle condizioni di conformità e sicurezza della propria auto. Sarà lo stesso proprietario a rispondere del mancato rispetto dei requisiti del veicolo, che in tal caso non potrà circolare in quanto non conforme alle regole previste. revisione

È richiesta inoltre una maggiore preparazione al personale tecnico che dovrà occuparsi della revisione auto: i centri autorizzati avranno comunque tempo fino al 2023 per completare il percorso formativo dei propri tecnici, ai quali saranno richieste competenze più specifiche soprattutto in ambito elettro-meccanico. Per il momento, durante la revisione non verrà effettuato il controllo del pagamento del bollo, come inizialmente previsto.

Tale soluzione però potrebbe essere inserita nel prossimo futuro, con l’obiettivo di contrastare l’evasione in questo settore (che al momento si aggira intorno al mezzo miliardo di euro). Restano immutati i limiti relativi alle scadenze: la prima revisione va effettuata dopo quattro anni dal momento dell’immatricolazione del veicolo e in seguito ogni due anni. Per autobus, ambulanze, taxi e vetture elettriche questo limite scende a un anno. Per la revisione è previsto un costo che oscilla fra 45 e 68 euro, mentre le sanzioni vanno da un minimo di 168 euro ad un massimo di 7.767 (con fermo del mezzo per 90 giorni) in caso di sospensione dalla circolazione.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Telefonini e smartphone: è pericoloso averli a “contatto”?

La recente sentenza del Tribunale di Ivrea ha