Da Robert De Niro a Christian Bale: chi sono i migliori attori contemporanei?

141

Uno dei giochi che di più appassiona i cinefili di tutto il mondo è stabilire chi siano i migliori attori internazionali in circolazione.

Tra i maggiori interpreti del cinema odierno c’è naturalmente Al Pacino: l’attore, di origini italiane, negli anni settanta è riuscito a diventare famoso grazie alla saga del Padrino, ma anche a film come Serpico e Quel pomeriggio di un giorno da cani. Il suo stile di recitazione deriva direttamente dal celebre metodo appreso durante le lezioni all’Actors Studio, ma ormai Al Pacino è, senza dubbio, una leggenda per quanto riguarda gli attori contemporanei.

Dal Regno Unito arrivano altri due ottimi interpreti, entrambi capaci di stupire la critica e il pubblico. Il primo, Gary Oldman, è un attore nato a New Cross, Londra, divenuto famoso grazie alla sua imponente prova nel Dracula di Bram Stoker. Il secondo, Daniel Day-Lewis, è molto probabilmente l’attore più versatile di tutti i tempi: vincitore di tre Premi Oscar (record assoluto della categoria Miglior Attore Protagonista), è un interprete maniacale e attento ai dettagli, ma anche un uomo capace di trascorrere mesi prima di approvare un progetto. La sua interpretazione di Lincoln nel film omonimo, ma anche i suoi ruoli in Il mio piede sinistro, Era mio padre e Il petroliere, ci dimostrano l’altissima professionalità di Lewis.

Negli ultimi anni chi è riuscito ad abbinare il talento con la bellezza è stato, senza dubbio, Leonardo DiCaprio: l’attore americano è rimasto legato al suo ruolo di star per teenager guadagnata grazie a film epici come Titanic e La maschera di ferro, ma DiCaprio è anche uno dei più bravi interpreti del cinema odierno. Il suo sodalizio con il regista Martin Scorsese ne è una prova, e i due, insieme, hanno realizzato pellicole importanti come Shutter Island e The departed – Il bene e il male. Christian Bale, invece, è uno degli attori più camaleontici in circolazione: protagonista della recente trilogia di Batman, diretta da Christopher Nolan, Bale è famoso per la sua dedizione alla parte, come dimostra il film American Hustle – L’apparenza inganna, dove è ingrassato di oltre venti chili per interpretare il truffatore Irving Rosenfeld.

L’Italia può vantare un nutrito gruppo di attori che ha dimostrato di non avere niente da invidiare ai colleghi stranieri. E’ il caso di Giancarlo Giannini, maestro del doppiaggio, ma anche interprete di film e commedie che, negli anni Settanta, hanno deliziato le platee italiane. La mimica di Giannini è intensa e poetica, mentre la sua gamma di espressioni davvero variegata: ha lavorato anche in film internazionali come Hannibal, o in pellicole d’autore come Il cuore altrove, diretto dal regista Pupi Avati. Anche Toni Servillo, protagonista di successi recenti come La grande bellezza e Il Divo, è un interprete che ha saputo come pochi coniugare l’esperienza teatrale con l’impegno cinematografico.

Tra le nuove generazioni spicca Ryan Gosling, che ha entusiasmato la critica e il pubblico con Le idi di marzo, mentre Matthew McConaughey è riuscito ad aggiudicarsi un Premio Oscar in Dallas Buyers Club, film in cui ha interpretato, con incredibile dedizione, l’eroinomane Ron Woodroof. Tra i “belli e impossibili” c’è, naturalmente, Brad Pitt: la star americana ha dimostrato di essere un attore capace e non il solito nome da locandine, e in film come Troy e Bastardi senza gloria ha dimostrato tutto il suo talento.

Infine, protagonista di cult movie come Taxi Driver, Toro Scatenato e C’era una volta in America è Robert De Niro, senza dubbio il migliore attore della sua generazione. Di recente è tornato in auge con Lo stagista inaspettato, dove ha dimostrato di essere un interprete ancora capace di emozionare il pubblico. De Niro ha sempre avuto una cura maniacale per i ruoli che ha interpretato e, tra gli attori contemporanei, è sicuramente quello più rispettato da registi e colleghi. Un vero e proprio mito.

Il team di BreakNotizie