Cura la bellezza dei capelli e del viso con queste tre erbe ayurvediche

Cura la bellezza dei capelli e del viso con queste tre erbe ayurvediche

- in Benessere, Moda & Bellezza
871
0

La fitoterapia ayurvedica può venirci in aiuto per realizzare delle maschere di bellezza per la pelle e i capelli ricche di proprietà benefiche.

L’Ayurveda custodisce una conoscenza millenaria mirata alla cura del corpo e al benessere spirituale e psichico. Nel campo della fitoterapia ayurvedica le piante, assunte sotto forma di polveri oppure in compresse o infusi, possono disintossicare l’organismo e curarlo. Ogni erba ayurvedica ha le sue caratteristiche e proprietà benefiche che possono essere sfruttate come ottimo rimedio naturale per la bellezza dei capelli e della pelle. Riscopriamo insieme tre erbe ayurvediche e come preparare delle efficaci maschere di bellezza.

Amla, fonte di vitamina C

L’Amalaki o polvere di Amla si ottiene dal frutto essiccato della pianta omonima, originaria dell’India. Si tratta di uno dei rimedi più impiegati nella tradizione ayurvedica come trattamento di bellezza per i capelli e per la pelle poiché ricca fonte di vitamina C, potente antiossidante naturale.

Utilizzata per la preparazione di maschere per capelli è capace di conferire lucentezza alla chioma, prevenire la caduta dei capelli, stimolarne la crescita e dare forza alle radici. Se utilizzata in maniera costante è utile anche per scurire i capelli in maniera naturale. Impiegata invece come maschera viso, ammorbidisce e nutre la pelle, rende l’incarnato più luminoso ed è specifica per una pulizia profonda, pertanto è l’ideale per trattare punti neri e brufoli. Non solo: grazie all’alto contenuto di antiossidanti, un uso costante aiuta a schiarire le macchie della pelle.

Come preparare quindi una maschera di bellezza con l’amla? È sufficiente mescolare la polvere con dell’acqua tiepida o bollente, a seconda dell’uso, sino ad assumere una consistenza densa e cremosa. Per utilizzarla come maschera viso la si stende sulla pelle asciutta o leggermente inumidita e si massaggia con dei movimenti circolari delicati. La maschera deve essere tenuta in posa per 15 minuti. Se invece la si vuole impiegare come maschera capelli, si distribuisce la crema sulle lunghezze e nelle radici e si tiene in posa dai 20 ai 50 minuti. Dopodiché si risciacqua e si lavano i capelli con uno shampoo leggero. La polvere di amla si può utilizzare anche in combinazione con altri ingredienti, come argille o erbe.

Curcuma, benessere dorato

Questa pianta, originaria dell’Asia Sud orientale, è impiegata anzitutto come spezia, in particolare nella cucina indiana, ma anche come trattamento per la salute di capelli e viso. Utilizzata come maschera viso è molto utile per trattare acne, psoriasi ed eczemi ma è pure un potente antirughe, grazie alla sua azione antiossidante. Accelera altresì la guarigione delle ferite. L’unica accortezza che bisogna adottare con questa polvere è di usarla a piccole dosi poiché tende a tingere la pelle di giallo.

Per i capelli invece può rivelarsi un prezioso aiuto contro la forfora e per stimolare la crescita. Si può utilizzare anche come tintura per capelli, specialmente per chi li ha biondi o castano chiaro per avere dei piacevoli riflessi dorati. Aggiunto all’Henné rosso (Lawsonia Inermi) consente di ottenere dei toni ramati caldi, mentre abbinato alla Cassia obovata, nota anche come Henné neutro, ravviva i toni biondi e aiuta a ristrutturare il capello.

Anche la maschera di bellezza alla curcuma è molto semplice da preparare: si mescola la polvere di curcuma con dell’acqua tiepida e bollente sino ad ottenere una crema morbida, priva di grumi. Per quanto riguarda l’uso per il viso, si stende sulla pelle appena umida e si lascia in posa per un quarto d’ora. Come maschera per i capelli, invece, una volta applicata su tutta la chioma si lascia in posa dai 20 ai 50 minuti. Se si utilizza insieme ad altre erbe tintorie invece i tempi di posa si allungano sino alle 3 ore. Al termine della posa si risciacquano i capelli e si lavano con uno shampoo delicato.

Robbia, amica della pelle

Le radici dalle quali si ottiene la polvere di Robbia

La Garanza, o Robbia, nel campo della medicina ayurvedica è conosciuta come Manjistha ed è un’erba tintoria che colora di rosso. In aggiunta all’Henné rosso ne intensifica l’effetto, donando ai capelli una tonalità ciliegio intensa. Sulla pelle invece favorisce la guarigione della cute danneggiata da infezioni o lesioni. Nutriente e detox, è una valida alleata contro acne, vitiligine, dermatite, psoriasi, eczema e macchie della pelle.

La maschera di bellezza alla robbia si prepara allo stesso modo delle precedenti, mescolando la polvere con acqua tiepida o bollente. I tempi di posa cambiano per capelli e viso: nel primo caso occorre tenerla in posa per un’ora, nel secondo invece per 10 minuti.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

11 oggetti tecnologici che rivoluzioneranno le nostre case e non solo

Come saranno le case del futuro? Un piccolo