Costi per il riscaldamento: solo 20€ l’anno con E-cat

1167

Si chiama E-cat il nuovo sistema di riscaldamento domestico che permetterà di ridurre le spese energetiche a soli 20€ l’anno. L’innovativo strumento è stato ideato dall’ingegnere italiano Andrea Rossi, che, in collaborazione con il National Instruments, sta avviando la fase di sperimentazione al termine della quale, in caso di esito positivo dei numerosi test su sicurezza ed emissioni, si potrà avviare la fase di commercializzazione.

E-cat è un apparecchio dalle ridotte dimensioni, con un ingombro non superiore a quello di un Pc portatile ed una sicurezza di utilizzo pari al 100%. Il dispositivo sfrutta per il suo funzionamento la polvere di Nichel, una sostanza abbondante sulla Terra e poco costosa, ma che richiede una serie di accorgimenti specifici per il suo utilizzo. Con un solo grammo di polvere di Nichel, E-cat sarà in grado di produrre fino a 23.000 megawatt/ora attraverso una reazione di tipo nucleare a bassa energia, che richiede l’aggiunta di una piccola quantità di idrogeno e di specifici catalizzatori.

Il rivoluzionario apparecchio per il riscaldamento domestico è attualmente sottoposto a specifici test negli Stati Uniti, al fine di attestarne la sicurezza di utilizzo e la sua reale efficienza, prima della commercializzazione. Una volta conclusi i test con gli auspicabili risultati positivi, l’apparecchio potrà essere finalmente disponibile in commercio. Attualmente, però, sul sito Ecat.com sono già reperibili alcuni pre-ordini senza alcun impegno economico, che potranno essere finalizzati nel momento dell’avvio della fase di vendita al pubblico.

Il sistema di riscaldamento domestico ha destato l’attenzione di numerosi curiosi ed esperti del settore. Fra questi, il premio Nobel Brian Josephson ha affermato che sistemi simili a quello ideato dall’ingegner Rossi sono già in uso con ottimi risultati. Se la fase di sperimentazione si concludesse con esito positivo, continua il dottor Josephson, la notizia avrebbe un notevole impatto, soprattutto dal punto di vista economico ed energetico. Il premio Nobel conclude evidenziando che gli impieghi del nuovo strumento andrebbero ben oltre i classici usi casalinghi ai quali siamo portati a pensare, portando giovamento energetico ed economico a numerosi settori industriali.

Attualmente l’ideatore del prototipo ha deciso di accettare solo piccoli finanziamenti per dare ossigeno alla sua sperimentazione. Secondo l’ingegnere, infatti, il rischio di accettare grossi capitali da colossi industriali porterebbe ad un’inevitabile concentrazione di interessi economici e strategici. L’azienda produttrice ha deciso di porsi un obiettivo di vendita limitato al milione di unità domestiche per il primo anno di commercializzazione, presumibilmente avviato a partire dai primi mesi del 2016.

Dal punto di vista dell’utilizzo e dell’installazione, E-cat, con un processore grande quanto un pacchetto di sigarette, promette un uso semplice ed intuitivo ed una fase di installazione e manutenzione comoda e veloce. Non resta, quindi, che visitare il sito internet dedicato per raccogliere maggiori informazioni o per decidere di effettuare un pre-ordine: in questo modo sarà possibile finanziare un progetto completamente italiano, che promette di apportare una novità rivoluzionaria nel mondo del riscaldamento domestico ed industriale.

Il team di BreakNotizie