8 cose che cambiano il tuo cervello (in bene e in male)

198
cose-che-cambiano-il-tuo-cervello

Alcune azioni modificano in maniera permanente il nostro cervello, alterandone la chimica oppure aumentandone o riducendone le dimensioni. Eccone 8 che dovreste conoscere.

Le attività che modificano il tuo cervello… in peggio

1. Non dormire a sufficienza

Dormire poco rimpicciolisce aree del cervello come i lobi frontali, parietali e temporali. Sono quelle zone responsabili dell’equilibrio, del senso del tatto, delle capacità di calcolo, del linguaggio e della facoltà di prendere decisioni.

2. Il dolore cronico

In presenza di una sofferenza fisica perenne, le connessioni neurali si alterano. Tale mutamento riguarda in particolare la corteccia frontale, area associata alla gestione delle emozioni. Il dolore cronico mantiene costantemente attiva quest’area cerebrale e di conseguenza deteriora i neuroni sino a distruggerli. In questo modo il cervello viene danneggiato in maniera perenne, con conseguente incapacità decisionale e disturbi del sonno.

cose-che-cambiano-il-tuo-cervello

3. Fumare

Che il tabacco sia nocivo per la salute è notizia risaputa. Quello che non tutti sanno, però, è che il fumo non nuoce solo ai polmoni ma è veleno anche per il cervello. Dei ricercatori dell’Università di Bonn hanno scoperto che l’encefalo dei fumatori ha meno aminoacidi N-acetilaspartate (NNA) nell’area che elabora dolore e piacere, ossia nella corteccia cingolata anteriore. Livelli bassi di questi aminoacidi portano a disturbi psichiatrici come demenza o schizofrenia, o anche l’abuso di stupefacenti. Il livelli di NNA però possono essere ripristinati se si smette di fumare.

4. Ingrassare

Accumulare grasso in eccesso è deleterio per il cervello, oltre che per il metabolismo. L’aumento di indice di massa corporea espone maggiormente a rischi neuro degenerativi in età avanzata, come il morbo di Alzheimer o la demenza senile.

cose-che-cambiano-il-tuo-cervello

Le attività che lo modificano… in meglio

1. Leggere

La lettura è capace di trasformare la struttura di alcune aree cerebrali. Durante dei test eseguiti su dei volontari in uno studio è stato osservato che dopo la lettura di un romanzo (in questo caso “Pompei” di Robert Harris) le connessioni neurali aumentano nel solco centrale, area legata all’attività motoria, e nel lobo temporale, correlato al linguaggio. Secondo un altro studio, inoltre, i romanzi di autori surrealisti come Franz Kafka creerebbero nuovi schemi cerebrali che incrementano la nostra intelligenza.

2. Meditare

La meditazione è un vero e proprio tonico per il cervello. Com’è noto, riduce i livelli di cortisolo (ormone dello stress) nell’organismo ed aumenta la sostanza grigia nell’ippocampo, migliorando così la memoria. Non solo: meditare aumenta il volume delle aree cerebrali correlate alle emozioni positive e all’autocontrollo e migliora la nostra soglia di attenzione.

cose-che-cambiano-il-tuo-cervello

3. Praticare sport

Anche allenarsi aumenta il volume dell’ippocampo ed incrementa le capacità della memoria. L’attività fisica, inoltre, mantiene “giovane” il cervello e ne stimola la neuroplasticità poiché favorisce lo sviluppo di nuove connessioni fra le cellule in diverse aree corticali.

4. Imparare qualcosa di nuovo

Apprendere modifica la biochimica del cervello. Questo succede perché, a livello di connessioni neurali, la delta-catechina, una particolare proteina, si lega ad un acido grasso; in questo modo è possibile acquisire nuovi dati nella nostra memoria. Inoltre cambia la struttura del cervello: ad esempio, imparare una nuova lingua aumenta la materia grigia nelle aree del cervello responsabili del linguaggio. Imparare nuovi percorsi, invece, incrementa il volume dell’ippocampo.

cose-che-cambiano-il-tuo-cervello

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Le sostanze tossiche che danneggiano il cervello

6 attività per preservare il cervello dal declino cognitivo