Cosa vedere a New York

Cosa vedere a New York

- in Viaggi
793
0

Tra le principali capitali dell’occidente, New York è una delle città che esercita maggiore fascino sui turisti di tutto il mondo.


L’aria che si respira nelle strade newyorkesi è davvero particolare, ma ci sono dei luoghi che vanno assolutamente visitati se ci si trova in viaggio nella Grande Mela.

Per assaporare appieno la storia degli inizi del Novecento si può iniziare immergendosi nella Downtown, tra la Statua della Libertà, simbolo della città e posta al centro della Liberty Island, e Ellis Island, dove all’inizio del secolo scorso gli immigrati che cercavano fortuna negli Stati Uniti venivano fatti sbarcare, quindi controllati e, se non in perfetta salute, messi in quarantena. Proprio sull’isola è possibile visitare gratuitamente anche il Museo dell’Immigrazione, che permette di osservare le tante testimonianze di coloro che sono passati per l’isola, compresi i moltissimi italiani: una interessante ed obiettiva vetrina della storia americana del diciannovesimo secolo.

Cuore verde della città e della vita dei newyorkesi, e quindi tra le prime tappe da programmare nel proprio viaggio, c’è Central Park: il giardino cittadino per antonomasia fa da crocevia ai più eleganti quartieri residenziali della città, e nei suoi più di 3 chilometri quadrati vanta la presenza di diversi bacini artificiali e offre ai visitatori molte attività, da quelle sportive, come l’equitazione, a diversi laboratori e teatri per bambini.

Dal polmone verde di NY si arriva in breve tempo a Manhattan, quartiere emblema della Grande Mela, pieno di vita, locali, vetrine colorate, ma anche ricco di arte: da visitare il M.O.M.A., Museo di Arte Moderna, che custodisce pezzi indimenticabili, e l’altrettanto interessante collezione, risalente anch’essa al ventesimo secolo, del Guggenheim Museum, la cui peculiarità è nell’architettura dell’edificio, che si sviluppa a spirale.

Per le serate newyorkesi, il quartiere più adatto è Broadway, che si accende delle luci dei teatri che ospitano compagnie di musical e varietà. Inoltre, con una piacevole passeggiata prima di recarsi in teatro, a pochi chilometri si può raggiungere il leggendario Ponte di Brooklyn, che soprattutto al tramonto esercita un fascino davvero particolare su chi si trova ad ammirarlo.
Inoltre, addentrandosi nel passaggio pedonale del ponte si può ammirare da una posizione privilegiata lo Skyline della città, spesso omaggiato nella cinematografia statunitense.

Se si apprezzano i panorami, immancabile la salita sull’Empire State Building, il grattacielo storico della città, lo stesso sul quale, nelle due versioni in pellicola, si arrampica il leggendario King Kong: considerando che nelle ore di punta e nei giorni festivi salire in cima vuol dire affrontare file interminabili, si può comunque stare tranquilli: il meraviglioso affaccio ripagherà per tutta l’attesa.

Se il tempo di permanenza lo permette, sono diversi i quartieri interessanti dove concedersi una passeggiata, come Chinatown, che offre una visita davvero suggestiva soprattutto a ridosso del Capodanno Cinese, oppure Little Italy, quartiere in cui si concentrarono gli italiani approdati a New York ai tempi della grande emigrazione.

Ma la Grande Mela è anche una delle principali capitali dello shopping: non solo la notissima Fifth Avenue, ma tante strade ricche di glamour, griffe e vetrine dove concendersi qualche acquisto.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di