Con il cambio più favorevole alle esportazioni, Europa pronta al boom economico?

Con il cambio più favorevole alle esportazioni, Europa pronta al boom economico?

- in Economia
581
0

Da diverse settimane si è iniziato a parlare di luce in fondo al tunnel per quanto riguarda la crisi economica. Nel giro di poco tempo, le previsioni degli esperti sono cambiate radicalmente: a far parlare apertamente di ripresa e crescita a livello economico sono stati alcuni avvenimenti concomitanti, che hanno reso più sereno il futuro dal punto di vista dell’economia.

In primis il calo del prezzo del petrolio, a cui si è affiancata la diminuzione del cambio euro-dollaro, che ha permesso alle esportazioni di ripartire. I benefici generati dal mutamento di questi fattori rispetto al recente passato si sono avvertiti anche in altri settori, con il Pil (“prodotto interno lordo”) di nuovo in crescita dopo un lungo periodo di stagnazione e la disoccupazione diminuita nell’ultimo mese del 2014 sia in Europa che in Italia.
La combinazione fra costo inferiore del petrolio e cambio euro-dollaro più favorevole ha ridato slancio alle aziende, che hanno ripreso fiducia e con essa lo stimolo ad investire in attesa di un incremento della domanda. Le statistiche sorridono: gli ordinativi relativi a nuovi macchinari sono incrementati del 19%, con conseguente crescita di due punti percentuali del Pil. L’aumento degli ordini da parte del mercato porterà le aziende ad investire nuovamente, con un terzo beneficio: il rilancio dell’occupazione, con i primi dati positivi attesi per il primo trimestre del 2015. La via per uscire dalla recessione sembra ormai intrapresa con convinzione, tuttavia è ancora presto per sbilanciarsi e parlare di nuovo boom economico per l’Europa. Il ritorno della fiducia e degli investimenti sono senz’altro aspetti positivi e di una certa importanza, ma prima di poter definire superata la crisi economica bisogna aspettare che i fatti confermino le previsioni positive.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di