Come riciclare correttamente la carta anche a Natale

Come riciclare correttamente la carta anche a Natale

- in Ambiente, Casa
631
0

Come impacchettare i vostri doni di Natale? Semplice, con tutto tranne che con la carta da regalo. Già, perché, si sa, un vero Natale ricicloso come green comanda non è quello fatto di sprechi e acquisti senza senso, ma (anche) di pacchetti sostenibili e creativi fatti magari con carta e cartone che non si usano più.

E non solo: dai vecchi cesti, ai vassoi alle cassette per la frutta, ma anche vecchi giornali o il cartoncino cannettato delle confezioni di biscotti. Tutto può essere buono per fare un bel pacco regalo e Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica, lo ricorda in vista delle feste.

Nel periodo natalizio, infatti, aumenta notevolmente il consumo di carta e cartone, dai doni da riporre sotto l’albero agli stessi imballaggi. È per questo che in questo periodo dell’anno diventa ancora più importante fare una corretta raccolta differenziata di tutti i rifiuti, con un occhio di riguardo proprio a carta e cartone.

Pensate che si raccoglierebbero circa 120mila tonnellate di carta e cartone se solo ogni italiano differenziasse correttamente dal resto dei rifiuti una confezione di panettone, una di pandoro, una di torrone, due scatole di pasta, due giornali e due riviste, due sacchetti e la scatola di un giocattolo.

comiecofile

Comieco svela così alcuni accorgimenti pratici, utili in occasione dei grandi pranzi o cene di Natale e Capodanno:

Antipasti: la confezione cartacea di affettati e formaggi va gettata nell’indifferenziata, perché si tratta di carta sporca, a meno che non sia formata da parti separabili, come carta e plastica;

primi piatti: la carta da forno, utilizzata ad esempio per le lasagne, è anch’essa destinata in genere all’indifferenziata;

secondo, il momento del cotechino o dello zampone. In questo caso, è necessario separare la confezione di cartone dall’involucro che contiene la carne;

dolci: panettone o un pandoro? Uguale, l’importante è, anche in questo caso, separare la confezione in cartone dal cellophane che avvolge il dolce;

– se usate i tovaglioli usa e getta dopo devnoo andare a finire nell’umido;

scontrini: non devono andare nel raccoglitore della carta, ma, trattandosi di carta chimica, dovrebbero essere gettati nell’indifferenziata;

– avanzi: ricordatevi sempre delle “doggy bag” in cartone riciclato, un aiuto prezioso per evitare di sprecare cibo e pietanze.

E’ importante inoltre ricordare che gli imballi stanno evolvendo: controllate sempre sulla confezione perché alcuni possono andare nella raccolta della carta o dell’umido invece che nel sacco dell’indifferenziato.

 

Fonte: greenme.it

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Colori da maschi e da femmine: il cromatismo di genere

Sia gli uomini che le donne amano soprattutto