Come proteggersi dalle energie negative

Come proteggersi dalle energie negative

- in Spiritualità
373
0

Le energie negative possono influenzare la nostra vita su più livelli ma possiamo mettere in pratica alcune semplici tecniche per “schermarci” effettivamente dagli attacchi esterni

Coloro che credono nella Legge dell’Attrazione, secondo la quale “simile attrae simile”, ritengono che basti inviare energie positive all’Universo per ottenere lo stesso in cambio tuttavia non è sempre così. Per quanto ci si possa impegnare in questo senso, si incontreranno prima o poi, lungo il proprio Cammino, delle persone negative. Per tale motivo diviene di fondamentale importanza imparare a “schermarsi” dalle energie negative.

Anzitutto è necessario imparare a riconoscere quando si è sotto attacco e quando qualcuno ci sta inviando energie negative. Come è possibile accorgersene? In genere, quando si subiscono questi attacchi ci si sente giù di morale senza un motivo reale, persino i sogni sono disturbati, lo stato emotivo è più fragile e si piange per un nonnulla oppure si manifestano dei sintomi fisici e dei dolori inconsueti. La mente, inoltre, è offuscata: è in tali frangenti che bisogna considerare l’idea di essere stati colpiti da un’ondata di energia negativa.

Una volta riconosciuta la causa del malessere è necessario proteggersi creando una sorta di scudo energetico. Esistono diversi modi per farlo. Il metodo più semplice prevede l’impiego di incensi e candele, ma vi sono dei casi in cui c’è bisogno di maggiore protezione e si può ricorrere a pietre e cristalli, indossati come ciondoli o comunque tenuti addosso come dei talismani. Una delle pietre più indicate in questo caso è l’onice nera, molto utile soprattutto per schermarci dalle energie negative che persone a noi vicine possono scaricarci addosso.

L’incenso sciamanico (smudge) di salvia bianca è un ottimo punto d’inizio per depurare se stessi ed il proprio spazio personale da energie contrarie: funziona da “doccia psichica”, che aiuta ad alleggerirsi, purificarsi ed andare avanti. Chi ha capito e sa da dove proviene l’energia negativa può, durante la pratica, pronunciare il nome della persona che ne è responsabile. Si possono far bruciare, oltre alla salvia bianca, anche dei petali di rosa.

Un altro modo più efficace per contrastare gli attacchi esterni è un rituale di schermatura, che aiuta a proteggerci durante il sonno. Si inizia col realizzare un cerchio attorno al letto, con del sale oppure con un gessetto bianco. Prima di assopirsi si invoca il proprio angelo custode o il proprio spirito protettore, dichiarando di essere sotto attacco e di avere bisogno della sua protezione durante la notte. Si può accendere anche una candela bianca, apportando le dovute precauzioni. Si potrà notare come il sonno migliori notevolmente ed i sogni siano meno disturbati. Gli effetti positivi si ripercuoteranno anche sul resto della giornata.

Ma come mai esistono persone capaci di inviare energie negative? Nella maggior parte dei casi si tratta di un processo che avviene in maniera incosciente: sentimenti come l’invidia, la gelosia ma anche la profonda tristezza possono generare delle frequenze negative che hanno degli effetti sul mondo materiale e sulle persone. Si tratta di individui che in genere non hanno pace interiore e necessiterebbero di un aiuto ma non sono capaci di chiederlo e dissimulano sofferenza e frustrazioni in questo modo. La migliore reazione di fronte a questo tipo di persone è quello di provare compassione e proteggerci ma senza attaccare, inviando loro soltanto energie positive.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Codacons: altro che crisi, affari per 8 miliardi di euro per astrologi e maghi

Il settore dell’occulto non conosce crisi in Italia: