Come mai non abbiamo ancora incontrato gli alieni? Ce lo spiega la teoria di un astronomo

Come mai non abbiamo ancora incontrato gli alieni? Ce lo spiega la teoria di un astronomo

- in Scienza
597
0

L’astronomo statunitense Alan Stern ha provato a risolvere il paradosso di Fermi elaborando una teoria che spiegherebbe perché ancora non abbiamo avuto contatti concreti con gli extraterrestri

Nell’estate del 1950, il celebre fisico Enrico Fermi durante un pranzo fra colleghi chiese loro “Non vi chiedete mai dove siano tutti?”, riferendosi alla vita aliena. A detta del fisico italiano, infatti, nei 4,4 miliardi di anni necessari affinché si sviluppasse sulla Terra una creatura capace di viaggiare, l’uomo, la Via Lattea avrebbe potuto essere invasa da degli alieni molto intelligenti e tecnologicamente avanzati. Nonostante decenni di ricerche, però, non ne abbiamo le prove e tale enigma è diventato poi noto come “paradosso di Fermi”.

La spiegazione di Alan Stern al paradosso di Fermi

Dagli anni Cinquanta in poi gli scienziati hanno proposto numerose teorie per spiegare tale paradosso: l’ultima appartiene al planetologo ed astronomo Alan Stern. Secondo lo scienziato, tutto potrebbe essere collegato ad una recente scoperta nel campo della planetologia, ossia che la maggior parte dei mondi oceanici del Sistema Solare si trovano all’interno dei pianeti rispetto alla Terra, in cui gli oceani sono ben visibili “in superficie”.

Mondi sommersi viventi

La comunità scientifica è d’accordo nell’affermare che l’acqua è necessaria allo sviluppo della vita, quel tipo di vita come noi la conosciamo. Se quindi tale principio vale anche per il resto della galassia e se questa tipologia di mondi oceanici sono diffusi nell’universo, significa che è in tali frangenti che la vita si sviluppa più frequentemente e, ammettendo lo sviluppo di civiltà tecnologicamente avanzate, in questi “mondi sommersi” sarebbe per esse impossibile venire a contatto con noi per via dello spesso strato di ghiaccio e rocce al di sopra del loro oceano.

Risulterebbe impossibile dunque scorgere le luci delle loro città o sentire le loro comunicazioni, e forse non sospetterebbero che al di fuori del loro mondo esiste un universo con cui interagire, pertanto non programmerebbero nemmeno viaggi nello spazio. Non esistono ancora prove dirette di questa teoria sicuramente affascinante.

Perché non abbiamo ancora avuto contatti con gli alieni? Teorie alternative

Esistono molte altre spiegazioni possibili al Paradosso di Fermi, ad esempio il semplice fatto che altre civiltà non siano interessate a comunicare con noi oppure che non durino abbastanza a lungo per mettersi in contatto con noi, non coincidendo i giusti momenti storici. “Spero che il documento scientifico che ho messo a punto contribuirà a far avanzare un po’ questo aspetto e vedremo cosa risulta essere giusto”, ha dichiarato Stern.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

11 oggetti tecnologici che rivoluzioneranno le nostre case e non solo

Come saranno le case del futuro? Un piccolo