Come mai a febbraio è aumentato il prezzo della verdura?

Come mai a febbraio è aumentato il prezzo della verdura?

- in Italia
404
0
istat-aumentano-prezzi-frutta-verdure-410

Febbraio è iniziato da una settimana e in tanti si sono accorti del sensibile aumento che ha interessato i prezzi della verdura: che cosa è accaduto?

Chi frequenta i mercati ortofrutticoli si sarà senz’altro accorto dell’innalzamento che c’è stato a febbraio del prezzo della verdura e in effetti le statistiche lo confermano: in Italia e in Spagna il costo della verdura non è mai stato così elevato e in alcuni casi il prezzo dei prodotti è addirittura raddoppiato o triplicato, come ad esempio per i finocchi o le zucchine. Al centro agroalimentare di Torino, la lattuga spagnola costa poco meno di 3 euro al chilo, mentre lo scorso anno il suo prezzo si attestava sui 90 centesimi.

A cosa sono dovuti questi rincari così elevati? La causa principale va ricercata nell’ondata di gelo che ha colpito l’Europa, e in particolare proprio Italia e Spagna, durante il mese di gennaio. Perciò è così consistente la differenza di prezzi fra gennaio e febbraio, con il costo della verdura aumentato in media del 20%; i rincari sono dovuti ai danni provocati dal gelo e dalla neve, che sono ammontati a circa 400 milioni di euro e hanno messo in ginocchio molti coltivatori.

1466175671

Alcuni hanno addirittura perso tutto e più che a vendere devono pensare a come ricostruire serre e coltivazioni. Il gelo e le precipitazioni nevose hanno colpito indistintamente nord, centro e sud della Penisola e gli aumenti hanno riguardato tutti i mercati da nord a sud; a Milano le zucchine al chilo vengono vendute a 5 euro, a Napoli i pomodori Piccadilly sono arrivati a toccare i 7 euro al chilo. Rincari pesanti che si sono fatti sentire sui bilanci delle famiglie e non solo.

Il calo del quantitativo di ortaggi destinato alla vendita ha fatto lievitare i prezzi, fa parte della legge domanda-offerta che regola il mercato. Già nelle prossime settimane però la situazione dovrebbe tornare alla normalità: le ondate di gelo più intenso sono ormai alle spalle e i raccolti non dovrebbero subire ulteriori danni, ragion per cui nel giro di breve tempo i prezzi ritorneranno nella norma.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Giornata mondiale dell’Acqua: evitiamo gli sprechi e preserviamo questa risorsa preziosa

Al via il 22 marzo la 25esima edizione