Com’è glamour la mia Africa

Com’è glamour la mia Africa

- in Moda & Bellezza
1215
0
CAPE TOWN, SOUTH AFRICA - JULY 28: Models for the designer label David Tlale during a fashion show at the colored community in Bo-Kaap at the Mercedes Benz Cape Town Fashion Week on July 28, 2012, in Cape Town, South Africa. Some of South Africa's finest designers showed their 2012-13 spring and summer collections during the 4-day event. (Photo by Per-Anders Pettersson)

Un fotografo svedese racconta da 15 anni il dietro le quinte del rutilante mondo della moda africana.

Nella Repubblica Democratica del Congo, in Nigeria e in Ghana, “gli uomini sanno come vestirsi”, dice il fotografo Per-AndersPettersson, che segue la moda africana dal 2009. “Il Sudafrica subisce di più l’influenza occidentale. L’Africa occidentale ha una grande tradizione nei tessuti, come Ankara. In alcune zone, come in Africa orientale, si usano perline come quelle dei Masai”.

La passione di Pettersson per la moda è iniziata a Johannesburg, dove ha trascorso molto tempo raccontando la nuova democrazia. Ha sentito parlare di sfilate molto in voga tra la nuova borghesia nera ed è andato a curiosare. Ha partecipato a feste post-sfilata e alla Settimana della Moda. “Avevo seguito vicende molto drammatiche per anni, e avevo bisogno di raccontare situazioni più allegre”, racconta. “Mi è piaciuto così tanto che ho continuato”. Finora ha lavorato in 15 paesi, tra cui Botswana, Nigeria e Ruanda.

All’inizio, accedere al dietro le quinte di questo mondo è stato complicato (nella foto, il backstage di una sfilata di David Tlale a Città del Capo). Ma dopo un po’ Pettersson si è fatto conoscere nell’ambiente e molti organizzatori hanno iniziato a invitarlo agli eventi, che spesso hanno carattere sperimentale. “Molte sfilate si svolgono in location interessanti: ponti, piste di atterraggio, musei. Ormai conosco un sacco di stilisti e di modelle, anche troppi!”.

Molti stilisti non sono ancora noti a livello internazionale, ma stanno cercando di imporsi. Lo stesso vale per le modelle. “Molte di loro vengono scoperte in queste sfilate; il sogno di tutte è diventare la nuova Naomi Campbello Alex Wek, che è nata in Sudan”.

L’economia gioca un ruolo rilevante in questo interesse per la moda. “Alcune delle economie a più rapida crescita del mondo sono in Africa”, conferma Pettersson. C’è una “vasta classe media in crescita che inizia a disporre di soldi da spendere in beni di lusso”. E con un mondo sempre più connesso grazie agli smartphone e a Internet, stilisti e modelle si vanno affermando. Sono pronti.

Favour Lucky, una modella nigeriana quindicenne, si prepara durante la Mercedes Benz Africa Fashion Week a Johannesburg, Sudafrica. Lucky ha vinto un concorso per top model a 14 anni.

JOHANNESBURG, SOUTH AFRICA MARCH 7: Favour Lucky, a fifteen year old Nigerian model gets dressed backstage at Mercedes Benz Africa fashion week on March 7, 2013 held in Johannesburg, South Africa. Designers from around South Africa showed their best fall/winter collections. Favour won Nigeria’s next supermodel contest when she was fourteen years old. Photo by: Per-Anders Pettersson)

Due modelle in posa con gli abiti di Martial Tapolo,  stilista camerunense trasferito a Parigi, prima di una sfilata all’Hotel des Almadies durante la Dakar Fashion Week a Dakar, in Senegal.

DAKAR, SENEGAL-JUNE 20: Models fit dresses for the Cameroonian (Paris based) designer Martial Tapolo Couture before a show at Dakar Fashion Week on June 20, 2014, at Hotel des Almadies in Dakar, Senegal. Seventeen Senegalese, African and foreign-based designers showed their collections during the 12th edition of Dakar Fashion week. The designer Martial Tapolo Couture showed two collections during the week. (Photo by Per-Anders Pettersson)

Modelle nel backstage della sfilata della stilista Liz Ogumbo alla Joburg Fashion Week, in Sudafrica.

JOHANNESBURG, SOUTH AFRICA - MARCH 31: Models wait backstage before a show with the designer Liz Ogumbo at Joburg Fashion Week on March 31, 2012, in Johannesburg, South Africa. (Photo by Per-Anders Pettersson)

Un modello durante un servizio fotografico per lo stilista Barros durante la Dakar Fashion Week, in Senegal.

DAKAR, SENEGAL - JUNE 21: A photo shoot with a model for the label Barros during Dakar Fashion Week on June 21, 2014, at Hotel des Almadies in Dakar, Senegal. Seventeen Senegalese, African and foreign-based designers showed their collections during the 12th edition of Dakar Fashion week. Designer Barros Coulibaly is based in Ivory Coast. (Photo by Per-Anders Pettersson)

Una modella indossa una creazione della stilista ugandese Santa Anzo pochi giorni prima della sfilitata alla Kigali Fashion Week di Kigali, in Ruanda.

171547034-e807d9e3-4c05-44c3-bff6-a10a3ed3d4e9

 

 

 

 

 

 

 

 

Modelle aspettano dietro le quinte prima di una sfilata al Théâtre National Daniel Sorano durante la Dakar Fashion Week a Dakar, in Senegal.

DAKAR, SENEGAL-JUNE 19: Models wait backstage before a show at Dakar Fashion Week on June 19, 2014, at theatre Sorano in Dakar, Senegal. Seventeen Senegalese, African and foreign-based designers showed their collections during the 12th edition of Dakar Fashion week. The evening’s event showcased a fashion film produced by designer Adama Paris and installation fashion show. (Photo by Per-Anders Pettersson)

Lo stilista Blacktrash durante un servizio fotografico con modelle e modelli a Gaborone, in Botswana.

171548251-7959c794-fdd5-49aa-b056-d57e16f24c3f

 

I più grandi stilisti sudafricani mostrano le loro creazioni per la primavera-estate alla Mercedes Benz Cape Town Fashion Week.

CAPE TOWN, SOUTH AFRICA - JULY 28: Models for the designer label David Tlale waits before a fashion show at the colored community in Bo-Kaap at the Mercedes Benz Cape Town Fashion Week on July 28, 2012, in Cape Town, South Africa. Some of South Africa's finest designers showed their 2012-13 spring and summer collections during the 4-day event. (Photo by Per-Anders Pettersson)

 

 

 

 

http://www.nationalgeographic.it/wallpaper/2016/03/10/foto/africa_fashion-3008846/1/#media

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Lettera a Berlusconi, a Salvini e alla Toffa

QUATTRO PRECISE CONDIZIONI PER VOTARE FORZA ITALIA Commenti