Colonizzare Marte ci salverà dalla Terza Guerra Mondiale: le teorie di Elon Musk

432
Elon-Musk-Marte

Durante una conferenza in Texas, l’imprenditore Elon Musk ha dipinto un quadro apocalittico del futuro sulla Terra: una terza guerra mondiale mossa dalle intelligenze artificiali per eliminare l’umanità

In un ipotetico futuro, l’intelligenza artificiale, acquisita una sua indipendenza, potrebbe decidere di scatenare una guerra contro l’uomo al fine di estinguerlo, a meno che quest’ultimo non abbia già pronto un piano per scappare su Marte da dove tornerà un giorno per riportare la civiltà sulla Terra. Non è la trama di un film di fantascienza ma il pensiero di Elon Musk, uno dei più grandi visionari del nostro secolo.

“Le intelligenze artificiali sono più pericolose delle armi nucleari”

Il padre di SpaceX ha reso noto che la sua azienda entro breve sarà pronta ad effettuare i primi test del Mars Rocket, la prima navicella spaziale interplanetaria. Attraverso questo mezzo sarà possibile trasportare i primi astronauti sul suolo marziano, previsto già per la metà del 2019. Le motivazioni di tanta fretta sono state esposte da Elon Musk durante la convention South by Southwest ad Austin, in Texas: l’imprenditore ha espresso ancora una volta il suo parere riguardo le intelligenze artificiali, a suo dire molto più pericolose delle armi nucleari. Secondo il fondatore di Tesla, se Politica e Scienza non imporranno dei limiti al loro sviluppo e una regolamentazione severa, il traguardo della singolarità potrebbe essere l’ultima evoluzione prima che l’umanità venga estinta.

elon-musk-marte

Il futuro (apocalittico) immaginato da Elon Musk

È importante avere una base autosufficiente su Marte, perché si trova abbastanza lontano dalla Terra e in caso di guerra è più probabile che sopravviva rispetto a una base lunare“, ha spiegato l’imprenditore. Nell’ipotesi in cui si scateni una terza guerra mondiale, a detta di Musk, vi sarebbe la certezza che sia presente da qualche altra parte un “seme di civiltà umana”, in modo da riportarlo indietro sulla Terra, un giorno e “abbreviare la durata delle epoche buie”.

colonia-umana-su-marte

Il ruolo di Space X sarà quello di mostrare un possibile percorso verso Marte ma l’imprenditore è sicuro che lo stesso verrà poi intrapreso anche da nazioni e privati, sperando che vi siano degli investimenti per realizzare su Marte delle infrastrutture utili alla prima colonia di umani, “dalle fonderie alle pizzerie, sino ai nightclub”. Insomma, tutto il meglio (e il peggio) della civiltà umana moderna.

Gli ultimi progetti

In attesa dello sbarco su Marte, Musk continua a lavorare alla rivoluzione dei trasporti cittadini tramite tunnel sotterranei: l’inventore ha illustrato nuovi particolare del progetto, a cura della sua azienda The Boring Company, la quale darà priorità a ciclisti e pedoni rispetto ai veicoli. “Vogliamo soddisfare tutte le esigenze del trasporto pubblico: è una questione di correttezza e cortesia. Chi non può permettersi un’auto dovrebbe avere la precedenza” ha espresso Musk in uno dei suoi ultimi tweet.

Il Team di Breaknotizie