Cioccolato e cervello: una stretta relazione di benessere

Cioccolato e cervello: una stretta relazione di benessere

- in Alimentazione, Salute
614
0

Il potere del cioccolato sul cervello: quali sono i benefici della “bevanda degli dei?”

Il cioccolato, considerato dai Maya “la bevanda degli dei” è oggi uno dei cibi più consumati al mondo. Fatto a base di cacao, lo si può trovare in diverse forme e con diversi aromi. E nel corso degli anni, è stato soggetto a diverse ricerche da parte di studiosi di tutto il mondo.

Per esempio, uno studio del 2003, promosso dall’istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, a Roma, ha dimostrato che il cioccolato fa bene al cuore. Secondo l’università di Zurigo, quello fondente può ritardare l’indurimento delle arterie dei fumatori, mentre uno studio tedesco associa il cioccolato ad una riduzione della pressione del sangue.

Altre proprietà relative ai benefici di questa “bevanda degli dei” sono il rilassamento e la protezione contro i tumori. Ma una recente scoperta, dell’università dell’Aquila, pubblicata sulla rivista Frontiers in Nutrition, ha trovato ulteriori effetti positivi del cioccolato.

cioccolato

In particolare, i ricercatori dell’Aquila, hanno scoperto che i flavonoidi del cacao, influenzano le funzioni cognitive , migliorando memoria e apprendimento. Tra i diversi studi revisionati, uno di questi ha visto miglioramenti nella memoria di lavoro appena 2 ore dopo dal consumo di 775 milligrammi di flavonoidi di cacao. Un secondo studio a dimostrato come questi componenti compensano la disfunzione cognitiva causata da una notte insonne.

 

A monte di tutto, vi è l’idea che i flavonoidi del cacao hanno effetti salutari sul sistema cardiovascolare aumentando il volume del sangue nell’ippocampo. Questa è una struttura celebrale che è fortemente soggetta all’invecchiamento, oltre ad essere legata alla memoria, quindi si può rallentare il declino cognitivo legato all’età.

RTEmagicC_Scatola_cioccolatini_per_copertina.jpg

Il cioccolato di cui si parla, e quello che porta più benefici, è il cioccolato fondente. Il consumo ideale sarebbe di 10-20g al giorno (1-2 quadratini). In questo modo vi assicurerete la vostra dose quotidiana di benessere. Infatti secondo Michela Barichella, presidente di Brain&Malnutrition Association, il cioccolato induce benessere e migliora la resistenza alla fatica perché contiene piccole dosi di sostanze eccitanti come la caffeina. Inoltre migliora anche il tono dell’umore dal momento che sono presenti sostanze che stimolano la sintesi della serotonina, l’ormone della felicità.

Sono stati condotti esperimenti anche con persone anziane. Dopo che questi avevano bevuto della cioccolata,si è visto che le loro funzioni cognitive erano migliorate. Infatti hanno ottenuto prestazioni migliori agli stessi test a cui erano stati precedentemente esposti. Secondo gli esperti dunque, un maggior apporto di sangue nelle zone del cervello deputate alla memoria, potrebbe anche contribuire a prevenire il rischio di Alzheimer e trovare una soluzione contro le malattie degenerative.

 

 

 

Silvia Rosiello

Team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la