Cina, Russia e Iran stanno pianificando una moneta sostenuta dall’oro

Cina, Russia e Iran stanno pianificando una moneta sostenuta dall’oro

- in Economia
667
0

Il triangolo d’oro: Iran, Cina e Russia guideranno il mondo lontano dal dollaro

Di: F. William Engdahl

L’ultima riavvicinamento sino-iraniana ha suscitato un vivace dibattito sul nuovo “ordine mondiale” euroasiatico.

“A volte profondi spostamenti tettonici nelle politiche globali emergono dagli eventi che fanno meno notizia. Così è per la situazione con l’Iran e la recente visita a Teheran del Presidente della Cina Xi Jinping. Ciò che è emerso dai colloqui conferma che il fondamentale terzo passo di quello che diventerà un vero e proprio triangolo d’oro eurasiatico, di nazioni impegnate per lo sviluppo economico pacifico, è ora in vigore.

Come scrive il “ricercatore americano-tedesco, storico e consulente del rischio strategico F. William Engdahl nel suo articolo per il nuovo Outlook orientale.

Il 23 gennaio, il presidente cinese Xi Jinping e il suo omologo iraniano Hassan Rouhani hanno firmato quasi 17 accordi di cooperazione economica e tecnologica. Inoltre, i leader hanno annunciato che collaboreranno all’iniziativa intrapresa dalla Cina One Belt One Road ( Una Cintura Una Strada).

Il presidente della Cina Xi Jinping e quello iraniano Hassan Rouhani

Il ricercatore definisce l’ammissione formale del l’Iran nel progetto economico della nuova Via della Seta della Cina “un passo positivo gigante.” Secondo Engdahl, consentirà a Teheran di “rompere anni di isolamento economico” e aprirà le porte allo sviluppo economico della regione.

L’editorialista pakistano Afzal Hussain fa eco la posizione di Engdahl.

“La revoca delle sanzioni economiche da parte dell’Iran offre opportunità commerciali per i paesi della regione come il Pakistan, l’Afghanistan, la Cina, la Russia, e i paes dell’Asia centrale, in particolare il Tagikistan. L’attività commerciale genererà miliardi di dollari, non solo per l’Iran che è pieno di petrolio, ma anche per i paesi che hanno stretti rapporti economici con l’Iran, “Hussain ha osservato nel suo articolo per “The Nation”, importante giornale pakistano.

Hussain vede il Pakistan come un “corridoio geografica” tra la Cina e l’Iran.

“Il progetto del corridoio economico Cina Pakistan (CPEC) è diventato più importante dopo gli ultimi accordi commerciali tra l’Iran e la Cina”, ha sottolineato.

Il giornalista pachistano ha evidenziato il ruolo determinante della Russia nella regione e ha espresso la sua fiducia che la Cina, il Pakistan, l’Iran e la Russia rafforzino gli scambi e la crescita economica in Asia centrale e oltre.

Riferendosi al fatto che l’Iran ha attualmente lo status di osservatore all’interno del’SCO Engdahl prevede che l’Iran sarà ufficialmente ammesso come membro a pieno titolo della Shanghai Cooperation Organization (SCO) nella prossima riunione annuale di questa estate.

1034171817

Il presidente iraniano Hassan Rouhani, a destra, e il suo omologo cinese Xi Jinping si stringono la mano a conclusione della loro conferenza stampa congiunta al Palazzo Saadabad a Teheran, Iran, Sabato 23 gennaio 2016

Per saperne di più: http://sputniknews.com/ politica / 20160203/1034171547 / iran-cina-russia-dollar.html # ixzz3zbVOLMje
Il presidente iraniano Hassan Rouhani, a destra, e il suo omologo cinese Xi Jinping si stringono la mano a conclusione della loro conferenza stampa congiunta al Palazzo Saadabad a Teheran, Iran, Sabato 23 Gennaio 2016

A differenza di quegli esperti che considerano il recente riavvicinamento sino-iraniano come un potenziale pomo della discordia tra Pechino e Mosca, il ricercatore punta sul fatto che i paesi preferiscono creare una triplice alleanza reciprocamente vantaggiosa, una futura pietra angolare per un Eurasia unificata.

“Stiamo assistendo alla nascita di un vero e proprio triangolo d’oro eurasiatico con la Cina, la Russia e l’Iran come i tre punti chiave”, sottolinea Engdahl.

“Con il piano stabilito per porre in essere l’infrastruttura ferroviaria Silk Road finalizzata a favorire l’estrazione di nuovo oro, per il sostegno delle monete degli stati eurasiatici membri, tra cui ora l’Iran, con i suoi significativi giacimenti di oro non sfruttato. Il sistema basato sul debito gonfio ed iper-inflazionato del Dollaro sta per trovare una formidabile alternativa positiva, una che si impegna nella pace e nello sviluppo”
Il ricercatore conclude.

 

 

 

 

Fonte: SputnikNews

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Lettera a Berlusconi, a Salvini e alla Toffa

QUATTRO PRECISE CONDIZIONI PER VOTARE FORZA ITALIA Commenti