Scimpanzé sono capaci di comunicare tramite il sorriso

428

Oltre ad avere una particolare predilezione per gli alcolici e ad amare cucinare, è stato scoperto recentemente che gli scimpanzé sono capaci di comunicare, come i loro cugini umani, tramite il sorriso.


La scoperta, che dimostra legami evolutivi ancora più ravvicinati fra esseri umani e scimpanzé, è stata fatta dai ricercatori dell’Università di Portsmouth.
È stato osservato inoltre come gli scimpanzé, al pari degli uomini, riescano a sorridere anche in maniera silenziosa, senza emettere alcun suono.
Gli scienziati hanno filmato 46 scimpanzé del “Chimfunshi Wildlife Orphanage” in Zambia, monitorando le espressioni facciali dei primati. I loro movimenti sono stati disaminati attraverso un sistema di codifica facciale chiamato “ChimpsFACS“.
La dottoressa Marina Davila Ross, del dipartimento di Psicologia comparativa ed evolutiva, ha dichiarato che il tratto psicoevolutivo rappresentato dai “sorrisi silenziosi” permette a uomini e scimpanzé di comunicare in molti più modi rispetto agli altri animali.
“Gli esseri umani hanno la capacità di mostrare il proprio sorriso sia con che senza ridere o parlare. Questa flessibilità nell’utilizzare le espressioni facciali ci consente di comunicare in maniera più versatile ed esplicita, ma sino ad ora non sapevamo che anche gli scimpanzé fossero capaci di riprodurre espressioni facciali senza accompagnarle a delle vocalizzazioni.”
Il team di scienziati ha esaminato anche quei tipi di sorriso che corrispondevano a suoni particolari, e hanno scoperto che in molti casi essi erano corrispondenti alle risate umane, arrivando alla conclusione che le due specie abbiano ereditato questo tratto da un antenato comune.
Grazie allo studio si è scoperto infatti che alcune scimmie primitive avevano già la capacità di esprimersi attraverso espressioni facciali flessibili come il sorriso, e questo migliaia di anni prima che l’uomo si evolvesse.
Esseri umani e scimmie condividono oltre il 96% del loro DNA, rendendo le due specie più strettamente legate fra loro rispetto ad altri tipi di scimmie. Dall’analisi del materiale genetico si è potuto dimostrare che uomini e scimpanzé si sono evoluti da un antenato comune fra i 6 e i 7 milioni di anni fa.

Il team di BreakNotizie