Cercasi donatori di coccole per neonati abbandonati

Cercasi donatori di coccole per neonati abbandonati

- in Bambini
807
0

La relazione madre-bambino è la base per tutte le relazioni future, è un bisogno naturale e vitale di amore che decide la salute sia fisica che mentale, oltre alla felicità e alla gioia del bambino e futuro adulto.

E’ assodato nella psicologia e nella neurologia chele prime fasi di vita decidono la vita futura del bambino, l’attitudine, il suo carattere ed anche la forza della sua salute.

Per molti il donare il proprio tempo e il proprio affetto ad un bambino è una questione secondaria, rispetto al cibo, vestiti, scuola, ecc e invece è proprio l’opposto: se c’è l’amore allora si possono mettere le basi per tutto il resto. L’amore è il bisogno primario dell’individuo e la sua assenza determina tutte le varie problematiche mentali come afferma Reich nei suoi studi.

Attraverso il contatto corporeo con la mamma e attraverso la relazione con un adulto che si prende cura del bimbo, il neonato può crescere bene e in modo sano. Lo stesso accade nel mondo animale: tutti gli animali toccano i propri piccoli, solitamente leccandoli dalla sommità del capo alla punta della coda, per un certo periodo successivo alla nascita. Questo atto corrisponde alla necessità fisiologica di attivare le funzioni intestinali. Si rannicchiano e accoccolano aderendo al corpo della madre e dei fratelli.  E` attraverso questi contatti che imparano comportamenti vitali.

I gesti che permettono al neonato di crescere sano e sicuro, amabile e forte sono i gesti più antichi dell’accudimento e del dare e ricevere affetto: cullare, abbracciare, accarezzare, baciare, stare vicini, guardarsi.

La soddisfazione di questa esigenza, anche negli adulti, serve a dare all’individuo la sicurezza di cui ha bisogno, la convinzione di essere desiderato e stimato, e così coinvolto e consolidato nella relazione con gli altri.

“E’ attraverso la pelle che diventiamo degli esseri in grado di amare, non s’impara ad amare sui libri, ma essendo amati” 

Asley Montagu

La mamma è il primo oggetto d’amore della vita che influirà sulle aspettative affettive del bambino per tutta la sua vita. Se il rapporto viene alterato lo sviluppo può essere compromesso anche in modo irreversibile.

René Spitz, psicoanalista che con i suoi studi ha rivoluzionato il mondo della pediatria, ha compiuto un’accurata ricerca scientifica osservando i bambini in condizione di deprivazione affettiva ad esempio negli ospedali ed orfanotrofi ed è emerso qualcosa che tutti dovrebbero sapere: i neonati che non ricevono affetto vanno incontro a danni irreversibili dal punto di vista motorio, affettivo, del linguaggio e dello sviluppo intellettuale. Il 60% dei bambini che non ricevono amore muoiono prima dei due anni di età per una sorta di depressione, malgrado siano ben alimentati e ricevano le cure igieniche e cliniche indispensabili.

Da qui si comprende quanto è importante l’amore per una persona, soprattutto se piccola e in crescita.

Proprio per questo motivo l’agenzia statunitense Spence-Chapin ha iniziato nel corso degli anni a reclutare volontari per coccolare neonati abbandonati dalle 2 alle 6 settimane. I volontari dedicano il loro tempo a coccolare questi bimbi, dopo un’accurata formazione e selezione, scattano foto con questi bimbi per donarle a loro in modo che una volta grandi possano ricostruire il loro tassello di vita e partecipano al momento dell’inserimento nella famiglia adottiva.

Anche in Italia esiste un’associazione che si occupa di questo: l’associazione Dharma opera nel bresciano con i suoi 300 volontari.

Sarebbe bello se questa iniziativa si diffondesse nelle nostre famiglie e in chi purtroppo non ne ha ma ha tanto bisogno di affetto…

 

 

 

 

http://www.dionidream.com/cercasi-donatori-coccole-neonati-abbandonati/

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la