Brexit, occhio a mail truffa contenente spam: quali rischi e come riconoscerla

Brexit, occhio a mail truffa contenente spam: quali rischi e come riconoscerla

- in Tecnologia
780
0

Il referendum sul Leave o Remain della Gran Bretagna è diventato occasione per phishing, ecco come tutelarsi.

Il referendum sulla Brexit si è rivelato, come da pronostico, un autentico terremoto per la vita politica, burocratica e finanziaria dell’Unione europea. Ora, i vertici dell’Ue temono che possa esserci un effetto ‘contagio’ negli altri Paesi membri, soprattutto quelli insofferenti da tempo alle regole e ai parametri dell’Ue, al punto da indire in casa propria una Brexit locale. Ma a parte ciò, la Brexit si sta rivelando pericolosa anche per la sicurezza dei nostri device. Infatti, sta circolando una pericolosa mail che potrebbe mettere in pericolo la vostra privacy. Vediamo di cosa si tratta.

Brexit, cosa contiene mail spam
La mail contiene come oggetto Brexit e già di per sé potrebbero essere ritenute interessanti, visto che da settimane non si parla d’altro. La mail si propone di fornire a chi la riceve notizie sulle conseguenze della Brexit. In particolare, per mettere in guardia da possibili rischi. Le mail contengono però anche dei link, dietro i quali si celano dei virus che potrebbero poi accedere ai dati sensibili degli utenti. Dunque, la mail, più che avere l’obiettivo di informare sulla Brexit, ha lo scopo di una solita mail di spam. Per invogliare l’utente a cliccarci, la mail sulla Brexit invita a cliccare su un link per saperne di più. Invece, tale link installerà in automatico dei malware sul vostro device, o, ancora, potrebbe richiedere i vostri dati sensibili o informazioni riservate. Meglio dunque segnalare tale mail alla polizia postale.

Brexit ed altri argomenti per adescare utenti ignari
Come sostiene Peter Coogan della Symantec Security Response, chi crea queste mail con scopi di spam, sfrutta gli argomenti più in voga del momento per adescare più utenti possibili. Il tutto, per entrare in possesso dei dati sensibili delle persone con la scusa di dare informazioni o allarmarli. Pertanto, secondo Coogan, la proliferazione dello spam relativo alla Brexit non è quindi una sorpresa. Per fortuna, comunque, la voce si sta diffondendo e la polizia postale sta collaborando a livello internazionale.

 

 

 

 

http://it.blastingnews.com/tecnologia/2016/07/brexit-occhio-a-mail-truffa-contenente-spam-quali-rischi-e-come-riconoscerla-001003759.html

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la