Berlino, al centro della storia d’Europa

124

Soprannominata la “città della libertà”, la capitale tedesca offre ai visitatori un patrimonio culturale immenso. Ecco le tappe che non devono mancare nel vostro viaggio a Berlino.

Tra le città europee da visitare Berlino è una delle più affascinanti da un punto di vista storico-culturale e simbolo della coesistenza tra passato, presente e futuro.

I luoghi simbolo della storia d’Europa

Uno dei luoghi simbolo non solo di Berlino, ma della storia dell’umanità, risulta essere senza dubbio il Reichstag, ancora oggi sede del Parlamento tedesco, ruolo che ha recuperato però soltanto da poco meno di vent’anni. Vale la pena non soltanto visitarlo, ma scoprire quella che è la sua storia: qui si sono infatti verificati diversi eventi di grande portata. Parlando di simboli della storia dell’umanità e di Berlino, il pensiero va ovviamente subito al Muro di Berlino, vero e proprio emblema della Guerra Fredda con i suoi quasi 200 km che dal 1961 al 1989 divisero in due la Germania e l’Europa. Oggi del Muro di Berlino è rimasta in piedi soltanto una minima parte, assunta a simbolo di un passato da non riproporre. Sui suoi resti sono stati disegnati dei murales che compongono una sorta di galleria all’aria aperta denominata East Side Gallery.

berlino
Reichstag

E il viaggio nella recente storia di Berlino e della Germania può continuare con la visita al Checkpoint Charlie o meglio, una sua riproduzione. Questa era una delle zone del Muro di Berlino presidiate dai militari americani nel corso della Guerra Fredda. Molto interessante è anche il polo museale ad esso dedicato, denominato “La casa del Checkpoint Charlie”. Il tour alla scoperta dei simboli della storia recente di Berlino e della Germania può terminare con la visione della Porta di Brandeburgo, voluta nel 1788 dall’allora imperatore Guglielmo II, e con la visita al Memoriale dell’Olocausto, monumento a cielo aperto voluto dalle autorità federali per ricordare l’orrore indicibile perpetrato dal regime nazista.

berlino
Porta di Brandeburgo

I musei da non perdere a Berlino

Ma Berlino, oltre ai luoghi che letteralmente raccontano le vicende storiche degli ultimi 70 anni, è anche città ricca di poli museali. Bisogna senza dubbio citare l’Isola dei Musei, luogo affascinante sia per la sua ubicazione che per ciò che ha da offrire. Su un’isola al centro del fiume che attraversa Berlino si trovano infatti ben cinque poli museali che sono uno dei fiori all’occhiello della realtà berlinese. Il più risalente è l’Altes Museum, la cui costruzione risale alla prima metà del 1800 e che ospita reperti attraverso cui è possibile conoscere la storia di Etruschi, Greci e Romani. Se si è appassionati di Antico Egitto il Neues Museum è l’ideale da visitare, anche se va detto che tutti i musei presenti in questa affascinante zona di Berlino meritano una visita.

berlino
Isola dei Musei

Poco distante dall’Isola dei Musei si trova il Duomo di Berlino, vero e proprio emblema dello stile barocco e che offre una affascinante visuale di Berlino una volta arrivati alla sua sommità. Infine, il proprio tour alla scoperta di Berlino può terminare con una passeggiata per Alexander Platz, ovvero la piazza simbolo della città, in cui gli edifici più affascinanti sono la Torre della Televisione e l’Urania Weltzeituhr, che altro non è che un orologio riportante l’ora delle città più importanti sparse per i cinque Continenti.

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

Una realtà poco nota ai turisti: Stoccolma

In viaggio alla scoperta dell’Irlanda più autentica