Basta Equitalia, basta suicidi di stato

41

Querela contro Equitalia

Popoli Liberi in collaborazione con Comitato Popolare 580, lancia la campagna contro EQUITALIA. E’ assurdo che un paese democratico e civile, non riesca a trovare forme alternative di riscossione che tengano conto della difficile situazione che i cittadini stanno vivendo dovuta alla mala politica.

 

Siamo stanchi di un sistema simil GESTAPO e di uno Stato che, con controlli ingiusti e asfissianti,seguiti da cartelle esattoriali inviate tramite una società privata che non da al cittadino nessuna prospettiva di dialogo, in quanto i loro guadagno sta negli interessi usurai applicati, lascia come unica soluzione al cittadino, quella del SUICIDIO.

Parlando di Equitalia: “Chi protegge Attilio Befera? Perché si esita a smantellare Equitalia, un sistema di riscossione coattiva che dal 2010 al 2012 ha cumulato perdite per 40 milioni mentre foraggia 8mila dipendenti che si dividono 500 milioni di euro soltanto in stipendi?”

La recente vicenda giudiziaria che coinvolge il commercialista Paolo Oliverio, il fiscalista dei potenti che pilotava i controlli di Equitalia, è l’ultimo gravissimo caso che apre uno squarcio sul verminaio di corruzione, rapporti illeciti e trame segrete che coinvolgono anche l’agenzia delle cartelle esattoriali. Insabbiare o pilotare le verifiche fiscali su imprenditori e grandi società effettuate dalla Fiamme Gialle e influire sull’attività degli ispettori di Equitalia dovrebbe far imbestialire i cittadini onesti che non dormono la notte quando ricevono cartelle che non lasciano scampo. Esiste invece una lista di intoccabili che MAi riceveranno cartelle esattoriali e di cui Equitalia è obbligata a disinteressarsi. Il file esiste da anni e viene chiamato, nel gergo degli addetti Equitalia, “Disco per l’estate”, essendo conservato addirittura su CD.

DICIAMO BASTA A QUESTO SOPPRUSO. LO STATO CI HA DICHIARATO GUERRA.

DIFENDERSI E’ UN DIRITTO

 

Scarica il PDF da compilare e consegnare in Questura.

 

Tratto da: