Base jumper Uli Emanuele è morto: lancio fatale dalle Dolomiti

Base jumper Uli Emanuele è morto: lancio fatale dalle Dolomiti

- in Sport
554
0

Lo sportivo aveva annunciato su Facebook la nuova impresa, l’ultima della sua vita.

Addio a Uli Emanuele, base jumper molto conosciuto grazie al web. Il 29enne, infatti, era solito postare i video delle sue imprese sui social. Emanuele si è schiantato contro una parete rocciosa a Lauterbrunnen, in Svizzera. La triste notizia è stata resa nota dal suo team.

Emanuele amava il base jumping
Un altro sportivo intrepido ed esperto se n’è andato. Uli Emanuele amava il base jumping. Le sue straordinarie imprese si possono osservare sul web. Secondo le prime indiscrezioni, il base jumper altoatesino si è lanciato ieri, 17 agosto 2016, con due amici, ma è andato a schiantarsi contro una parete rocciosa. Uli amava il brivido e non ha avuto paura neanche di indossare una tuta alare e sfrecciare a 170 km/h in un cerchio di fuoco. Emanuele era audace, forse un po’ spericolato, e purtroppo ha pagato con la vita la sua passione per il base jumping. Il 29enne era molto entusiasta prima di un lancio e voleva che i suoi amici fossero a conoscenza sua prossima impresa. Proprio ieri aveva annunciato il lancio dalle Dolomiti su Facebook. Un salto che si è rivelato fatale.

Il base jumper altoatesino era diventato una vera celebrità del web grazie ai video ritraenti le sue prodezze in alta quota. Ieri Emanuele stava girando un altro video sulle Dolomiti, l’ultimo della sua breve carriera. Uli Emanuele ha fatto la stessa fine di Patrick De Gayardon, vero ‘monumento’ del base jumping e ‘padre’ della tuta alare. Il paracadutista francese perse la vita nel 1998. A tradirlo fu il suo paracadute, che non si aprì.

Tute alari sempre più sicure
Dopo la morte di Patrick De Gayardon le aziende cercarono di creare tute alari sempre più sicure. Per quanto sicuro possa essere tale indumento, è innegabile che il base jumping rappresenta una disciplina altamente pericolosa: consiste infatti nel saltare da una struttura fissa (ad es. una gru o una roccia) con un paracadute. Il base jumping è una disciplina rischiosa che, però, attrae molti sportivi, spesso provenienti sia dal mondo dell’alpinismo che del paracadutismo. Negli ultimi anni hanno perso la vita molti amanti del base jumping. A giugno, ad esempio, è morto Dario Zanon, trentenne di Padova.

 

 

 

 

http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/08/base-jumper-uli-emanuele-e-morto-lancio-fatale-dalle-dolomiti-001070961.html

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la