Barcellona: storia, arte, cultura e divertimento

104

Città molto dinamica e all’avanguardia, Barcellona è tra le più belle e visitate d’Europa. Una località dove annoiarsi è praticamente impossibile, un elegante e vivace metropoli dove trovare di tutto: architettura, stradine medievali, musei, parchi, spiagge, vita notturna e tanto altro ancora.

Una volta nella città catalana una delle prime cose da fare è visitare la Sagrada Familia, il capolavoro artistico dell’architetto Gaudì. Una grande basilica cattolica diventata con il tempo uno dei simboli di Barcellona e meta preferita da migliaia di turisti. Un tempio religioso che racconta la storia di una fede attraverso le sue pietre, le sue sculture e la sua imponente esteriorità. In particolare, le facciate raccontano la storia di Gesù, dalla nascita alla morte. Una splendida combinazione del modernismo con l’architettura religiosa, differenti elementi che si coniugano alla perfezione dando vita ad un’opera straordinaria e davvero unica al mondo.

Ma se la Sagrada Familia è uno dei simboli di Barcellona la Rambla, il celebre viale, è l’anima della città. Qui la folla si concentra a ogni ora del giorno e della notte per fare lunghe passeggiate, attratta dallo spettacolo delle bancarelle, di improvvisati artisti, di musicisti, di giocolieri, di cartomanti e di statue viventi. Lungo il viale si respira un’atmosfera singolare, un clima da favola che riassume il dinamismo e tutta l’originalità di Barcellona.

Un altro capolavoro artistico progettato dal geniale Gaudì è il Parc Guell, un complesso magico e fiabesco da anni Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Un parco molto suggestivo caratterizzato dalle molte strutture in stile fumetto e dai tanti padiglioni fiabeschi. Da non perdere la scalinata decorata che porta alla Sala Hipostila, la Sala de las Columnas, dove si trovano delle grosse colonne doriche, e le gallerie preistoriche. Inoltre, nella parte più alta del parco, si può godere di una bellissima vista della città.

Animato e coloratissimo, il mercato della Boqueria è un’altra grande attrattiva della città catalana. Non sfuggirà all’occhio attento del turista la bellezza dei chioschi e la cura della disposizione dei prodotti in vendita. Qui si trova un po’ di tutto: verdure, pesce, carne, dolci e tanti altri prodotti tipici.

Un tempo un quartiere poco consigliabile, oggi il Raval è diventato un luogo di tendenza per via dei locali etnici, delle botteghe di immigrati, di caratteristici ristoranti e di molti artisti che frequentano i vicoli del luogo. La rinascita del quartiere è partita dal Museo di Arte Contemporanea, il MACBA, oggi molto visitato dai turisti. Un luogo che con gli anni ha saputo trasformarsi quasi completamente. Oggi è possibile passeggiare lungo i vicoli del quartiere con molta più tranquillità di un tempo e notare il contrasto tra vecchio e nuovo.

Ma Barcellona, per via di una vita notturna molto movimentata, è anche capitale del divertimento. Trascorrere una serata in uno dei tanti locali potrebbe essere un valido modo per conoscere un altro aspetto della città catalana. Da fare sicuramente un giro al famoso quartiere notturno Port Olimpic, magari per tentare la fortuna al Casinò e per rendere ancora più gradevole il soggiorno. Tra gli altri quartieri notturni da segnalare Barrio Gotico e Gracia.

Il team di BreakNotizie