Aziende familiari: qual è il segreto della loro longevità?

Aziende familiari: qual è il segreto della loro longevità?

- in Economia
565
0

In Italia sono numerose le aziende a conduzione familiare che, da decenni e talvolta da secoli, si tramandano la direzione dell’impresa di padre in figlio. Molte di queste aziende hanno superato le fasi peggiori della crisi economica, talora uscendone addirittura rinforzate, molte altre hanno passato momenti abbastanza grigi ma non sono venute meno.

In fondo, l’eccellenza dell’industria italiana si basa in buona parte sulla presenza di queste famiglie così tenaci ed appassionate alla loro vocazione commerciale. Ed allora sorge spontanea una domanda: quale potrebbe essere il segreto, o meglio il complesso di fenomeni che ha permesso ad aziende di questo tipo di rimanere a galla sul mercato italiano ed internazionale nonostante la crisi? E come riescono queste realtà a proseguire nel tempo, fidelizzando la clientela ed adeguandosi flessibilmente ai cambiamenti economici?
In questo modo nasce la curiosità di voler indagare quali siano i presupposti di una salute così ferrea ed intransigente, e di comprendere in che modo determinate aziende siano riuscite ad utilizzare la crisi come una sorta di trampolino di lancio per raggiungere l’eccellenza.

L’Italia deve molto alle aziende a conduzione familiare: esse hanno rappresentato, forse più che in ogni altro Paese, il background economico (ma anche culturale) della nostra nazione, una sorta di leitmotiv che ci rende famosi nel mondo.
Merito forse di un patrimonio condiviso, che si arricchisce di generazione in generazione, e di una cura del dettaglio maniacale. Ma merito anche della capacità di queste aziende di proiettarsi avanti nel tempo, di essere lungimiranti non solamente rispetto alla crisi economica ma anche rispetto ai cambiamenti tecnologici.
Una ricerca, condotta sull’Associazione “I Centenari” che raccoglie aziende storiche della regione Campania, si è interrogata proprio sui fattori determinanti di questa resistenza al tempo ed alle evoluzioni sociali.
Le interviste rivolte ai rappresentanti di queste aziende, raccolte in centinaia di pagine di dossier, hanno permesso di risalire a determinate keyword che rappresenterebbero i pilastri portanti dell’eccezionale longevità di queste realtà.
Potremmo parlare di valori, come quello dell’attenzione al cliente ed alla sua soddisfazione, ma anche di ricerca dell’innovamento, che non deve spaventare ma al contrario dev’essere visto come opportunità.

La flessibilità nei confronti della tecnologia, che non è una nemica ma un’utile alleata, l’occhio sempre rivolto sul mercato internazionale e non solamente su quello nazionale, un mix di valori e know-how che cementifica le basi dell’azienda familiare e la rende in grado di resistere al tempo.
Alle conoscenze tecniche e professionali, alla lavorazione artigianale ed alla smisurata passione per il proprio lavoro si mescolano valori aggiunti come l’impegno, la capacità di fare sacrifici, l’attenzione per l’altro, la ricerca del benessere condiviso, ma anche una sorta di “predestinazione” che si trasmette di genitore in figlio e che spinge quest’ultimo a collaborare nell’impresa anziché dispiegare altrove le sue energie.
Una buona dose di onestà intellettuale e di fiducia, più nelle proprie capacità che non nell’imprevedibile futuro, sembrano essere altri tratti distintivi di queste aziende secolari.
A tutte queste caratteristiche di fondo si aggiungono anche le proverbiali abilità artigianali dei lavoratori italiani, ed un senso dell’organizzazione e del lavoro molto rigorosa. Una ricetta che ha permesso a molte realtà economiche di vincere la sfida della crisi, e che potrebbe aiutare diverse altre a farlo.

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di