Apple tv pronta a conquistare il mondo dei videogame

Apple tv pronta a conquistare il mondo dei videogame

- in Tecnologia
671
0

Lo diceva già l’ex vicepresidente della Sony Computer Entertainment Europe, Phil Harrison, nel 2011: entro dieci anni il colosso Apple conquisterà anche il mondo dei videogame. E queste parole oggigiorno non suonano così inverosimili. Alzi la mano chi, pur possedendo un prodotto del marchio della mela più famosa del mondo, non abbia scaricato, tra le mille e una applicazioni disponibili nello store, almeno un videogioco/passatempo.

Secondo il New York Times Cupertino ha deciso di volgere lo sguardo al mondo dei videogame per ridare quota alla Apple tv, fino a oggi utilizzata principalmente per lo streaming di video e musica.

“Era giunto il momento di pensare in termini molto più globali”, ha commentato Chris DeWolfe, uno dei più grandi sviluppatori di giochi per Facebook, iOS e Android e capo di Social gaming network. “Global”, una parola chiave per il colosso della Mela morsicata, una specie di “mantra” che viene impiegato in tutti i dispositivi a marchio Apple, sempre connessi l’un l’atro e capaci di risolvere i nostri piccoli problemi quotidiani. Dei piccoli gioielli di pura tecnologia.

Mercoledì 9 settembre, in occasione della presentazione dell’iPhone 7, i riflettori si accenderanno anche su Apple tv, che si presenterà con una potenza maggiore al fine di raggiungere una grafica migliorata, un telecomando/controller e probabilmente un nuovo app store per l’acquisto dei giochi. Obiettivo: conquistare i salotti di casa, come ha commentato l’analista capo presso la società di ricerca tecnologicaTaccola Research, Jan Dawson: “il potenziale della Apple tv è di portare il casual gaming in soggiorno rendendola un’attività molto più sociale”, un campo inesplorato da tutte le case tecnologiche, almeno secondo il parere del fondatore di Electronic Arts, Trip Hawkins.

I videogiochi ai quali sta puntando Apple fanno parte della categoria “casual game”, ovvero tutti quei giochi/passatempo, i quali non vantano di una grafica eccezionale o di trame intricate, prodotti solitamente destinati ad una fascia di utenti di un’età media maggiore rispetto ai classici videogiocatori, solitamente interessati a videogiochi dalla grafica sempre più realistica e dalle trame sempre più intricate, in sintesi tutti coloro che sono innamorati e fedelissimi alle console come Ps4 e Xbox. Apple sembra colpire anche per il prezzo decisamente accessibile: 150 dollari, definirlo concorrenziale rispetto al prezzo medio delle altre console è un eufemismo.

Se Apple riuscirà a “sfondare” nel campo videoludico avrà un rientro economico di enorme portata: solo con la vendita dei giochi presenti in App Store, l’azienda detiene quasi un terzo dei ricavi. Perciò si può solo immaginare quello che riuscirebbe a guadagnare se riuscisse a fare breccia e inserirsi in un mercato che, secondo PricewaterhouseCoopers, ha un valore di 27 miliardi di dollari “solo” per ciò che riguarda i videogiochi delle varie console, in materia globale il suo valore sale a ben 75 miliardi. Se per davvero il colosso Apple riuscirebbe a prendere piede in questo tipo di attività, si troverebbe a sfidare un colosso molto più navigato di lui, almeno per quanto riguarda i videogiochi casual: la Nintendo. Marchio preferito da una generazione più matura la quale apprezza la facilità dei comandi e la semplicità dei giochi.

Il 9 settembre, tuttavia, la Apple Tv non sarà la protagonista assoluta dell’evento. Questo ruolo spetterà all’iPhone 7. Secondo le indiscrezioni di uno degli analisti più informati di Apple, Ming-Chi Kuo, sarà un dispositivo sprovvisto di tecnologia 4k, ma molto molto sottile, circa 6 millimetri.

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Anziani e bambini: quando ad accomunarli è il gioco

Cosa succede se si consente ai degenti di