Alla scoperta dell’Irlanda più profonda

Alla scoperta dell’Irlanda più profonda

- in Viaggi
365
0

Se quello che si desidera più di ogni altra cosa è un viaggio in cui stare a stretto contatto con la natura, l’Irlanda è decisamente il posto ideale.

Il primo luogo da visitare in questo affascinante Paese è senza dubbio Dublino, una delle città più antiche d’Europa. Qui c’è davvero tanto da vedere, a partire dalla Cattedrale di San Patrizio. Molto affascinante è la possibilità di fare una passeggiata sulle rive del fiume che divide la città in due parti, ovvero il fiume Liffey. Dopo questa bella passeggiata, prima di lasciare Dublino non si può ovviamente non entrare almeno una volta in uno dei suoi caratteristici pub.

Cattedrale_di_San_Patrizio_Dublino

Dovendo decidere dove recarsi dopo la visita a Dublino, che è la città più importante di tutta l’Irlanda nonché la capitale, il consiglio è quello di fare capolino presso una delle bellezze naturali che hanno davvero pochi eguali al mondo e il riferimento principale è alle note Cliffs of Moher. Per chi non lo sapesse ancora si tratta di affascinanti scogliere perpetuamente sottoposte ai venti e al mare mosso della zona. Queste bellezze naturali si caratterizzano per il fatto di essere, letteralmente, a picco sul mare e sono uno dei fiori all’occhiello dell’Irlanda per quanto riguarda il turismo. Va detto che ovviamente non bisogna soffrire troppo di vertigini, visto che il punto più alto della scogliera si trova a poco più di 200 metri e il più basso a circa 120 metri.

sdp10_cliffs-of-moher_bg

Dopo la visita a questo affascinante pezzo di natura vale la pena riprendere fiato con la visita alla piccola città di Killarney e rilassarsi in mezzo al verde incontaminato del Ring of Kerry, dove le condizioni atmosferiche sono decisamente adatte a chi ama un clima non troppo freddo.

shutterstock_136656041-killarney-town
Ma la penisola del Dingle, luogo dove si trovano le Cliffs of Moher, non si riduce soltanto a questo luogo. Questa parte di Irlanda si caratterizza infatti per la presenza di piccoli centri semi-urbani dove l’attività più diffusa è quella della pesca. L’unica città effettivamente presente è quella di Limerik, ma tutta la penisola merita decisamente di essere visitata.

DublinRiverLiffey1

Infine, se il tempo rimasto a propria disposizione lo permette, c’è un’altra penisola che merita senza dubbio una visita, ovvero quella di Beara. Questo luogo non è ancora entrato nei radar del turismo di massa, che preferisce recarsi nella vicina Cork, che senza dubbio è luogo interessante, ma meno ammaliante. La penisola di Beara si caratterizza letteralmente per la presenza di una natura che appare ancora incontaminata e tipicamente irlandese, costituito da piccoli boschi, zone rurali e pastori che sembrano usciti da un libro di favole o dall’inizio del secolo scorso.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che