I 9 alimenti in via d’estinzione nel prossimo futuro

297

I cambiamenti climatici hanno delle profonde ripercussioni sull’ambiente, sino a compromettere la sopravvivenza di molte specie animali e vegetali. Questo vale anche per i cibi che portiamo in tavola ogni giorno. Ecco quali potrebbero essere gli alimenti in via di estinzione in un futuro non lontano.

Il riscaldamento globale ed i conseguenti cambiamenti climatici sono una notizia all’ordine del giorno, così come l’effetto dei pesticidi e dell’inquinamento sull’ambiente e sulla salute. Nonostante ciò, talvolta non ci rendiamo effettivamente conto del loro impatto sino a quando non si ripercuote sul nostro vissuto quotidiano. E se un giorno, ad esempio, i cibi che mangiamo abitualmente non ci fossero più?

Alimenti in via di estinzione

In un futuro non lontano, se le condizioni ambientali rimarranno invariate, dovremmo essere costretti a cambiare la nostra alimentazione rinunciando anche ai cibi più comuni, non più disponibili sul pianeta. Un esempio? Il caffè, rito immancabile per gli italiani, ma anche il miele, le banane e il cioccolato. Molti degli alimenti che siamo abituati a consumare dandoli per scontati non saranno più disponibili. Questo a causa dell’uso massivo di pesticidi, come il glifosato, e i cambiamenti climatici. Ecco la lista degli alimenti in via di estinzione stilata dal tabloid inglese “Sun”.

Caffè

Il primo alimento che scomparirà per via del riscaldamento globale sarà il caffè. Gli scienziati hanno stimato che le piante da cui viene prodotta la famosa bevanda saranno estinte entro il 2080, a meno che non vi sia un intervento efficace. L’aumento della temperatura nelle aree destinate alla coltivazione dei chicchi di caffè non è salutare per le piante poiché favorisce la proliferazione di parassiti e funghi.

alimenti-in-via-destinzione

Miele

Il miele è un prodotto conosciuto non soltanto come alimento ma anche come valido aiuto per salute. È difatti considerato a tutti gli effetti come un antibiotico naturale. In futuro, però potrebbe diventare merce rara, a causa dei pesticidi che stanno decimando la popolazione di api in tutto il mondo.

alimenti-in-via-destinzione

Banane

Anche le banane si annoverano fra gli alimenti in via d’estinzione. La causa principale è la malattia di Panama, che sta colpendo le piantagioni di tutto il globo causando la morte di migliaia di piante, in particolare quelle del Mozambico e della Giordania. Se la malattia continuerà ad estendersi come è successo in questi ultimi decenni, potremmo non vedere più questa frutta in vendita. Al momento non si è ancora trovato un rimedio efficace contro il Fusarium oxysporum. Questo fungo attacca le piante sin dalle radici e penetrando nei tessuti vascolari ne blocca il trasporto della linfa, facendole morire. La peculiarità più devastante del fusarium è la sua longevità. Le spore possono infatti sopravvivere per decenni e l’unico modo per liberarsene è abbandonare il campo “infetto” poiché qualsiasi nuova pianta verrebbe comunque attaccata e distrutta.

alimenti-in-via-destinzione
Banano infestato da Fusarium oxysporum

Avocado

Frutto molto di moda in questi ultimi anni, non solo per la sua indiscussa bontà e le sue proprietà nutritive, potrebbe scomparire presto dalle tavole e dagli scatti di molti influencer sui social. La grave siccità in California, infatti, rischia di compromettere in maniera irrimediabile la salute delle piantagioni poiché gli alberi di avocado richiedono moltissima acqua. I cambiamenti climatici lo renderanno un frutto sempre più raro e costoso.

alimenti-in-via-destinzione

Cioccolato

Secondo Barry Callebaut, cioccolatiere svizzero, entro il 2020 le scorte di cacao potrebbero terminare del tutto. La domanda è ormai molto superiore rispetto all’offerta: lo scorso anno, ad esempio, sono state consumate 70 mila tonnellate di cioccolato in più rispetto a quelle prodotte. Un vero shock per gli amanti del comfort food per eccellenza.

alimenti-in-via-destinzione

Prosecco

Troppa popolarità per il portabandiera delle bollicine italiane: la domanda di questo tipico vino italiano è cresciuta al punto che le cantine non riescono a soddisfare tutte le richieste. Nel 2017 nella sola Gran Bretagna ne sono stati consumati ben 40 milioni di litri. I vitigni non riescono a produrre oltre un certo quantitativo, pertanto se il consumo continuerà ad aumentare vi è il rischio che in futuro brindare con il prosecco diventi una vera rarità.

alimenti-in-via-destinzione

Arachidi

Le coltivazioni di queste leguminose temono la siccità pertanto il riscaldamento globale potrebbe metterle a dura prova e portarle all’estinzione. Le piantine, infatti, hanno bisogno di piogge abbondanti per poter crescere rigogliose.

alimenti-in-via-destinzione

Salmone

Molto apprezzati per le loro carni prelibate, i salmoni hanno bisogno di temperature fredde per riprodursi e sopravvivere. Il riscaldamento delle acque potrebbe divenire la causa dell’estinzione di questi animali, sia quelli selvatici che quelli di acquacoltura.

alimenti-in-via-destinzione
Il sushi con salmone e avocado potrebbe scomparire del tutto dai menù di numerosi ristoranti

Sciroppo d’acero

Questo prodotto alimentare, tipico del Canada ma ormai conosciuto in tutto il mondo come condimento perfetto per pancake e waffle, è destinato a scomparire. Lo sciroppo, ottenuto dalla linfa di alcune specie di acero canadese, è un altro alimento a rischio di estinzione per via del riscaldamento globale. Se la temperatura media in Canada dovesse aumentare di oltre 6 gradi, gli aceri non sarebbero più in grado di produrre linfa.

alimenti-in-via-destinzione

Il Team di BreakNotizie

Leggi anche:

10 fiori da avere in balcone o in giardino per nutrire le api tutto l’anno