Acqua e sale, come e quando usarli insieme per disinfettare

Acqua e sale, come e quando usarli insieme per disinfettare

- in Casa
1011
0

Quante volte vi è capitato di farvi male, procurarvi una ferita e non sapere come intervenire prontamente per curarla ed evitare pericolose infezioni? Non temete, esiste un rimedio eccellente e totalmente naturale. Ecco di cosa stiamo parlando!

Uno dei rimedi naturali più diffusi in assoluto che rappresenta un’ottima soluzione per disinfettare in modo facile, veloce e soprattutto non nocivo è il classico rimedio dell’acqua e sale, sicuramente tra i più conosciuti che viene tramandato da antiche generazioni proprio per la sua grande efficienza.

Innanzitutto, è bene sottolineare come la medicazione fai da te è indicata soltanto per disturbi di entità lieve, che non presentano particolari urgenze per essere curati. Ad ogni modo, il parere del medico di fiducia va sempre tenuto in considerazione come fonte primaria di informazione.

Le proprietà disinfettanti della combinazione di acqua e sale sono conosciute da tantissimo tempo, anche dai nostri antenati. Ancora oggi, sebbene la qualità dei prodotti farmaceutici sia cresciuta notevolmente, essa è utilizzata in gran parte, soprattutto per la cura di piccoli incidenti domestici quali, ad esempio, ferite di lieve entità. Ma perché il sale è così efficace? Il motivo è presto detto, tramite una spiegazione generica ma comunque oggettivamente dimostrabile da vari studi scientifici: il sale manifesta, infatti, una notevole capacità di individuare, raccogliere e assorbire i liquidi. E così accade a contatto con la pelle, quando – per effetto d’osmosi – esso attira eventuali microrganismi dannosi presenti, come i batteri, distruggendoli definitivamente.

Ovviamente, come già anticipato in precedenza, il rimedio naturale che prevede l’utilizzo di acqua e sale a scopo disinfettante è da relegare a situazioni di lieve entità, e non può essere in alcun modo considerato come alternativa ai trattamenti prescritti o indicati dal medico.
Ad esempio, acqua e sale possono essere utilizzati in combinazione per risolvere alcuni comuni problemi legati all’igiene orale, attraverso dei veloci e pratici risciacqui. Il sale, in modo particolare, è molto efficiente per trattare i piccoli disturbi gengivali, in aggiunta al collutorio classico.
Inoltre, la soluzione di acqua e sale può essere sfruttata per risolvere piccoli incidenti domestici, come dei tagli mentre si è impegnati – ad esempio – in cucina. Generalmente, è il metodo più utilizzato perché è quello più immediato e a portata di mano: in fin dei conti, chi è che non ha il sale e l’acqua sotto ai propri occhi quando si trova in cucina?
Di solito, si immerge la parte dove è presente il taglio in acqua a temperatura mite per favorire lo scorrere del sangue, mentre con il sale si va ad intervenire sulla superficie della pelle, per evitare che i batteri possano causare infezioni e danni, mantenendo dunque la ferita il più pulita possibile.

Tuttavia, in simili casi di emergenza, è importante specificare come l’impiego del sale non è sempre efficiente al 100% per scongiurare il rischio di un’eventuale infezione. Di conseguenza, dopo aver applicato la soluzione per la prima volta, è opportuno farsi consigliare dal medico sui trattamenti da eseguire nel periodo successivo, per completare la cura e riportare tutto allo stato originale.

 

 

 

Il team di BreakNotizie

Commenti

commenti

You may also like

Il risveglio dell’Uomo ed il ruolo dell’Amore universale

Il mondo è dominato dai poteri occulti che