9 usi alternativi delle bucce d’arancia

9 usi alternativi delle bucce d’arancia

- in Lifestyle
265
0

Dopo aver letto queste dritte, non getterete più la buccia nella spazzatura! Vediamo insieme tutti gli usi.

È iniziata la stagione delle arance, buone e sane: questa frutta, infatti, possiede un alto concentrato di vitamina C, di grande aiuto per l’organismo, in questo periodo soprattutto per rafforzare le difese immunitarie. Molte persone però non sanno che dell’arancia non si butta via nulla: una volta consumato il frutto anche le bucce possono rivelarsi molto utili per diversi scopi. Vediamo insieme gli 8 utilizzi intelligenti delle bucce d’arancia.

Viso radioso. La buccia delle arance può essere benefica anche per la bellezza del viso: l’acido ascorbico in esse contenuto è un potente antiossidante che aiuta a proteggere la pelle dall’invecchiamento e dagli attacchi esterni. Il calcio, inoltre, interviene in aiuto delle pelli secche e screpolate. Come impiegarle? Realizzando una maschera di bellezza: le bucce si grattugiano finemente e si aggiunge del miele. Il composto ottenuto si spalma sul viso, si lascia agire per mezz’ora e poi si risciacqua: l’incarnato avrà un aspetto luminoso e sano.

Pelle morbida e liscia. Le bucce d’arancia non fanno bene soltanto al viso, ma anche al resto del corpo: aiuta infatti a combattere gli inestetismi della cellulite, grazie alla vitamina C presente. Come utilizzarle? Semplicemente strofinandole sulla pelle oppure grattugiandole ed utilizzandole in combinazione con del sale o con dei fondi di caffè per uno scrub tutto naturale.

Combattere l’ansia. L’aroma delle bucce d’arancia può aiutare a rilassarsi e scacciare l’ansia. Basta far bollire qualche buccia in un pentolino con dell’acqua e poi inalarne il contenuto: relax assicurato.

Olio essenziale fatto in casa. Le scorze dell’arancia si possono impiegare per realizzare un efficace olio essenziale contro crampi muscolari e tosse. Realizzarlo è molto semplice: si versa un po’ di vodka in un recipiente a chiusura ermetica e si aggiungono delle bucce d’arancia, da lasciare a macerare per una settimana almeno. Quando l’alcol sarà evaporato del tutto dal composto, l’olio ottenuto si può utilizzare come deodorante per l’ambiente o come medicamento.

Niente più grumi. Qualche buccia di arancia nella zuccheriera impedisce allo zucchero di canna di formare fastidiosi grumi.

Preparare frullati. Nella buccia è presente un’alta concentrazione di vitamina C, tuttavia il sapore non è il massimo. Si può però grattugiare o frullare ed utilizzare in combinazione con altri ingredienti per preparare dei frullati golosi e sani. È perfetta anche sui piatti di pesce, grattugiata finemente, o essiccata per aromatizzare delicatamente tè e tisane.

Lenire le punture d’insetto. Per calmare il prurito di fastidiose punture basta strofinare la buccia d’arancia nell’area interessata. È anche un ottimo repellente naturale per allontanare le zanzare ed evitare altre punture.

Repellente per gatti. I gatti non sopportano il profumo delle arance, quindi può essere un ottimo trucco per tenerli lontani dalle piante domestiche, mettendo qualche buccia nei vasi, o da divani e poltrone, spruzzando l’olio essenziale diluito con acqua sui braccioli e agli angoli, per evitare che li rovinino graffiandoli.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Unicef : Il 53% dei bambini che subiscono abusi sul Web ha meno di 10 anni

Il rapporto annuale dell’Unicef ha dipinto un quadro