5 semplici posizioni Yoga per aiutarti a eliminare anche il grasso più ostinato nella pancia

5 semplici posizioni Yoga per aiutarti a eliminare anche il grasso più ostinato nella pancia

- in Sport
1370
0

Le posizioni Yoga per la perdita di peso? Fare Yoga e mangiare sano è un ottimo modo per perdere peso e per tornare in forma.

Certo, fare solamente Yoga non è il modo più veloce per dimagrire, quando si parla di perdere il peso in eccesso l’alimentazione è sempre decisiva, ma anche la dieta da sola, è sicuramente troppo poco.

L’accoppiata yoga e alimentazione ipocalorica ricca di liquidi, frutta e verdura è quello che ci vuole per una perfetta forma fisica.

 Questo non significa che basti fare yoga una volta ogni tanto e mangiare sano solo qualche giorno a settimana, il nostro corpo ha bisogno del giusto movimento e la giusta dose di energia ogni singolo giorno.

Il fisico ha bisogno del nostro aiuto per eliminare i rifiuti di scarto e i grassi di deposito, questo lo puoi ottenere grazie al binomio dieta e allenamento.

L’allenamento fisico quotidiano ti permette di mantenere il corpo sempre in movimento.

YOGA E DIMAGRIMENTO

Ogni esercizio e posizione yoga aiuta a disintossicare, permette al corpo di pompare più sangue e aumentare il metabolismo.

Vedremo una serie di posizioni di yoga che comprendono stretching, torsione, allungamento e contrazione muscolare utile per mantenere l’equilibrio durante l’esecuzione dei movimenti.

Lo yoga mentre esternamente tonifica la muscolatura, all’interno massaggia gli organi interni, migliorando la circolazione del sangue, attivando il sistema linfatico, molto utile per contrastare cellulite, gambe pesati e gonfiori.

Inoltre, grazie agli esercizi di respirazione yoga impari a respirare meglio portando più ossigeno nel flusso sanguigno, questo permette una maggiore pulizia dei rifiuti organici.

MARICHIYASANA – POSIZIONE DEL SAGGIO MARICHI

marichyasana

Significato:   marichi = un raggio di luce (sole o luna) nome di un veggente Indù a cui è attribuita l’intuizione della divina legge dell’universo.

Livello: principianti

Benefici: stimola la digestione, rinforza e allunga la spina dorsale e rimuove le tossine dagli organi interni.

Attenzione in caso di: pressione alta o bassa e lesioni alla schiena.

Come eseguirla a casa:

1. Dalla posizione seduta con le gambe distese in avanti, piedi uniti, piega il ginocchio destro portando  il tallone vicino al gluteo e mantieni la gamba sinistra tesa.

2. Entrambe le mani appoggiate a terra, allunga la spina dorsale, rilassa le spalle e mantieni i glutei a contatto con il pavimento.

3. Espirando inizia a ruotare il busto verso il ginocchio destro, appoggia la mani sinistra dietro e gira la testa verso destra.

4. Ad ogni espirazione aumenta la torsione e appoggia la parte posteriore del gomito destro sulla parte esterna del ginocchio destro.

Tempo: mantieni la posizione per 30 secondi massimo 1 minuto  e lentamente ripeti la posizione dall’altro lato.

Da non fare: non portare le spalle verso le orecchie e non incurvare la spina dorsale.

ARDHA MATSYENDRASANA – MEZZA TORSIONE DEL SIGNORE DEI PESCI

Ardha-Matsyendrasana

Significato:   ardha = metà     –     matsya = pesce      –    indra = sovrano, signore

Livello: intermedio.

Benefici: stimola la digestione, distende le spalle, il bacino, spina dorsale e attenua i dolori mestruali.

Attenzione in caso di: lesioni alla schiena.

Come eseguirla a casa:

1. Dalla posizione seduta con le gambe distese in avanti, piedi uniti, piega il ginocchio destro, fallo passare sopra la gamba sinistra ed appoggia il piede a terra all’esterno della coscia sinistra.

2. Il tallone sinistro punta al glutei destro, inspira e allunga la spina dorsale e il torace, rilassando spalle.

3. Espirando inizia a ruotare il busto verso destra e appoggia il gomito sinistro all’interno del ginocchio destro e appoggia la mano destra a terra dietro di te, ruotando anche la testa.

4. Ad ogni espirazione aumenta la torsione e cerca di allungare ancora la spina dorsale spingendo il coccige verso il pavimento.

Tempo: mantieni la posizione per 30 secondi massimo 1 minuto e lentamente ripeti la posizione dall’altro lato.

Da non fare: non stringere e portare le spalle verso le orecchie, non staccare da terra il piede della gamba piegata e non incurvare la spina dorsale.

PARIVRTTA UTKATASANA –  POSIZIONE DELLA SEDIA IN TORSIONE

parivrtta-utkatasana

Significato:   parivrtta = ruotare, girare    –     utkatasana = sedia

Livello: intermedio.

Benefici: stimola la digestione, allunga la spina dorsale e rinforza cosce, addominali e glutei.

Attenzione in caso di: lesioni alla schiena.

Come eseguirla a casa:

1. Dalla posizione in piedi a gambe unite e braccia lungo i fianchi chinati in avanti come se ti stessi sedendo e allunga le braccia verso l’alto.

2. Piegati lentamente all’indietro fino ad appoggiare tutto il peso del corpo sui talloni.

3. Stringi le cosce l’una contro l’altra e porta le mani al petto, poi unisci i palmi delle mani a preghiera e respirando ruota il busto verso destra.

4. Allunga la colonna vertebrale e resta in posizione accosciata mentre il gomito sinistro si appoggia al lato esterno della coscia destra.

5. Sguardo fisso verso l’alto e ad ogni espirazione aumenta leggermente la rotazione del busto.

Tempo: mantieni la posizione per 10 secondi massimo 30 minuto e lentamente ripeti la posizione dall’altro lato.

Da non fare: non sforzare la rotazione del busto spingendo il gomito sulla coscia e non perdere l’equilibrio dalla posizione accosciata.

JATHARA PARIVARTANASANA – TORSIONE DA SDRAIATI

JATHARA PARIVARTANASANA

Livello: principianti.

Benefici: migliora la postura, estende i muscoli della schiena e delle gambe, allunga la colonna vertebrale e idrata i dischi spinali.

Attenzione in caso di:problemi alle spalle.

Come eseguirla a casa:

1. Sdraiati sulla schiena, porta le braccia ai lati del corpo con i palmi rivolti verso il basso assumendo una posizione di T.

2. Piega le ginocchia, portale verso il petto ed espirando porta entrambe le ginocchia verso il lato sinistro del corpo.

3. Stendi le gambe con i piedi unito e guarda davanti.

4. Mantieni le spalle piatte aderenti al suolo e rilassati.

Tempo: mantieni la posizione per 30 secondi e lentamente ripeti la posizione dall’altro lato.

Da non fare: non staccare le scapole dal pavimento e non avvicinare le spalle alle orecchie.

Variazione: ruota la testa verso destra.

PRASARITA PADOTTANASANA – PIEGAMENTO IN AVANTI

PRASARITA PADOTTANASANA

Significato:   prasarita = disteso, allargato    –     pada = piede      –       tan = allungare o estendere

Livello: principianti.

Benefici: migliora la coordinazione, estende i fianchi, gambe e inguine,  allevia la stanchezza e l’ansia, aumenta la flessibilità della colonna vertebrale.

Come eseguirla a casa:

1. Dalla posizione in piedi a gambe unite e braccia lungo i fianchi divarica le gambe oltre la larghezza dei fianchi e posiziona le mani a terra davanti a te.

2. Mantenendo i piedi paralleli tra loro, gambe e braccia poi devono essere perpendicolari al pavimento e parallele tra loro.

3. Per aiutare allungare la parte anteriore del busto contrai le cosce e abbassa il busto e la testa.

4.  Mantieni la parte anteriore del busto più allungata possibile premi i palmi delle mani sul pavimento e piega lentamente i gomiti.

5. Appoggia la parte superiore della testa sul pavimento, avambracci sono perpendicolari al pavimento e parte superiore delle braccia parallela al pavimento.

Tempo: mantieni la posizione da 30 secondi a 1 minuto

Da non fare: non incassare le spalle.

Variante: tenere la caviglia sinistra con la mano destra, alzando la mano sinistra verso il cielo, quindi ripetere sull’altro lato.

COME BRUCIARE PIÙ CALORIE IN YOGA

Con semplici suggerimenti è possibile aumentare la quantità di calorie bruciate con lo yoga quando stai esercitando.

La domanda che molte donne si pongono è: fare yoga ti fa bruciare calorie?

Di tutti gli esercizi e lezioni fitness disponibili in palestra per perdere peso e tonificare il corpo, a primo acchito lo yoga potrebbe trarre in inganno e far pensare che non faccia bruciare poi così tante calorie se paragonato ad altre attività fisiche come il nuoto e la corsa.

La tecnica yoga si concentra  principalmente sulla costruzione della forza mentale e fisica, sulla flessibilità e sulla salute mentale, ciò non significa che non sia un modo eccezionale per restare in linea.

Ecco qualche consiglio su come aumentare le calorie bruciate con la pratica yoga:

  • Utilizza tecniche yoga dinamiche come Ashtanga Yoga (metodo di yoga che produce un intenso calore interno, ti fa sudare di più e disintossica) oppureVinyāsa Yoga (forma dinamica fluida di yoga) Hot Yoga (yoga che si fa al caldo, alla temperatura di 40 gradi) Power Yoga (con annesse posizioni fitness dinamiche) Bikram Yoga (efficaci e tonificanti lezioni di Hatha Yoga effettuate in una stanza ad una temperatura di 40° che ti farà sudare)
  •  non limitarsi alle classiche posizioni yoga ma praticare le varianti che richiedono più forza e flessibilità, varianti più impegnative e difficili della posizione base, ad esempio invece di fare 30 secondi di posizione del cane a testa in giù (adho mukha svanasana) puoi eseguire un cane a testa in giù con gamba sollevata (tri pada adho mukha svanasana)
  • eseguire yoga per un periodo di tempo superiore ai 30 minuti ad allenamento perché più a lungo si lavora fuori i più calorie si bruciano, 90 minuti di sessione yoga può farti bruciare più di 400 calorie mentre se ti limiti a 30 minuti bruci solamente 130 calorie circa
  • invece di mantenere una posizione yoga per 5 respiri, prova a mantenerla per 10 o più respiri, diventerai più flessibile e brucerai più calorie

Ma ricorda, non è mai una buona cosa spingere il corpo oltre le proprie capacità, esagerare e fare posizioni yoga troppo complesse sin da subito può farti più male che bene, quindi ascolta il tuo corpo e ogni volta che fai yoga fermati non appena avverti che qualcosa non va e ti senti troppo affaticato e sali di difficoltà in maniera graduale e lenta.

(Fonte)

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Ecco perché baciare fa bene alla salute

Sapevate che baciare è un toccasana per la