4 tecniche per ricordarti delle tue vite passate

4 tecniche per ricordarti delle tue vite passate

- in Spiritualità
708
0

Le vite vissute prima di quest’ultima incarnazione possono farci capire molte cose sul viaggio percorso dalla nostra anima e sulla sua scelta di vivere l’esperienza attuale sulla Terra.

Ci troviamo su questo pianeta e viviamo questo tempo per compiere un percorso che noi stessi abbiamo deciso di compiere. Più si rimane in contatto con la propria anima, più chiara diverrà la strada da seguire. Per questo motivo è molto importante richiamare a sé i ricordi delle proprie vite precedenti: tale conoscenza ci può dare informazioni preziose sulle scelte da compiere lungo il nostro cammino spirituale.

Un lungo percorso di consapevolezza

Per farlo è necessario un lungo lavoro su se stessi e, inutile nasconderlo, non è semplice. Ci si può far aiutare da degli esperti, delle persone che possano farci da guida e che agevolino l’emergere dei nostri ricordi, aiutandoci a comprendere e crescere. Occorre però fare attenzione a non incappare in qualche ciarlatano. Le vite passate si ricordano in prima persona, affiancati da una guida competente che non si sostituisca a noi, “vedendo” al nostro posto. I protagonisti di questa esperienza siamo noi.

Conosci te stesso

Tutti abbiamo sperimentato i dejà vu: questo fenomeno potrebbe essere una sorta di finestra sulle nostre vite passate. In quella attuale siamo indotti in maniera automatica a visitare luoghi che conoscevamo nelle precedenti vite o a conoscere persone che ce ne ricordano altre di qualche vita passata o che a esse sono collegate. Ciò aiuta a comprendere a fondo noi stessi. L’Universo e le coincidenze cospirano per riportarci le persone, i luoghi e gli eventi nel nostro percorso animico. Questi momenti apparentemente casuali hanno uno scopo e servono ad identificare se stessi basandosi sulle vite precedenti. Vediamo insieme 4 tecniche per aiutarci a ricordare le incarnazioni precedenti

1. Meditare

La meditazione è un prezioso strumento attraverso il quale scoprire le verità sepolte dentro di noi: si comincia con dei respiri profondi per ritrovarsi in uno stato di totale rilassamento. Una volta che ci si ritrova in tranquillità e che i pensieri più chiassosi si placano è più semplice attingere alla propria energia interiore e alla saggezza antica della propria anima, che esisteva già molto prima rispetto al corpo fisico attuale. È lei, infatti, ad essersi incarnata e ad aver vissuto molteplici vite prima di questa. Ed è qui che i ricordi riaffiorano.

2. Abbandonarsi al flusso di coscienza

Non occorre affannarsi a cercare, rischiando di rendere la ricerca vana e frustrante. Meglio accettare ciò arriva dal proprio flusso di coscienza, a poco a poco. Mai intestardirsi a voler “vedere” qualcosa per forza, altrimenti si finisce per richiamare falsi ricordi di esperienze mai vissute effettivamente.

3. Riflettere sulla propria esistenza attuale

Aiutiamoci a ricordare: ripensiamo a tutto ciò che abbiamo vissuto sinora: gioie, dispiaceri, errori, vita familiare, affetti, educazione, sogni… ogni cosa che ha contribuito a farci diventare la persona che la nostra anima “abita” attualmente. Cosa potrebbe essere accaduto nel nostro passato per farci arrivare a questo punto?

4. Soppesare le proprie esperienze

La vita attuale è la conseguenza diretta di esperienze vissute nelle vite precedenti. Si è rinati in questo momento storico e in questo contesto per imparare dal passato ed apprendere una nuova lezione. Molti pensatori e filosofi orientali ritengono che questo pianeta sia una sorta di “liberatore del karma”. Ad esempio, una persona che nella vita attuale sta sperimentando relazioni dolorose magari nelle vite passate era solita manipolare gli altri per ottenere ciò che voleva. O ancora, se in una vita passata ha trascurato gli affetti e la famiglia, magari estinguerà il suo karma trascorrendo un’infanzia solitaria. Si tratta di esempi molto elementari per spiegare che tutto ciò che sperimentiamo nella vita attuale rappresenta un insegnamento. Tutte le persone e i fatti accaduti svolgono un ruolo determinante nel nostro cammino e spetta a noi scoprire cosa ci abbia potuto condurre a vivere queste esperienze.

Non dimentichiamo di prestare sempre attenzione a come ci sentiamo quando evochiamo antiche memorie: si tratta dell’accesso alla Conoscenza utile a portare a termine lo scopo finale della nostra anima.

Il Team di Breaknotizie

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

11 oggetti tecnologici che rivoluzioneranno le nostre case e non solo

Come saranno le case del futuro? Un piccolo